OmniAuto.it

17 giugno 2012

Piano a godere per lo scontone Eni

Eni: scontone e codone

Che siamo un popolo conciato male lo si desume anche dalle code presso le pompe di benza: basta qualche cent di sconto, e l’italiano medio squattrinato accorre, consapevole che quella potrebbe essere una soluzione per tirare con meno fatica sino a fine mese. Tiene ora banco lo scontone Eni: dal 16 giugno al 2 settembre, nei weekend, Eni ridurrà il prezzo della benzina e del gasolio per tutti i consumatori che faranno rifornimento in modalità iperself dopo aver  pagato mediante gli appositi accettatori di banconote e bancomat. La benza costerà 1,6 euro e il gasolio 1,5 euro. Non male, direte voi. Può darsi, ma io ho visto colonne ovunque alle pompe Eni, e anche il sito SicurAUTO è testimone di code.

Domanda: al di là del vero risparmio (devi raggiungere la pompa e pagare carburante per i chilometri e per la coda), vale la pena soffrire mezz’ora in fila per fare il pieno? Oltretutto, si beve l’inquinamento, perché si respira l’emissione delle auto, i vapori della benza, l’aria malsana della pompa.

La verità è che, con questa marea di accise sul litro di carburante, diventa arduo risparmiare sul pieno. Alla fine, una delle soluzioni più intelligenti è la guida col piede leggero.

di Ezio Notte @ 19:42


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.