OmniAuto.it

12 settembre 2010

Piano coi maghetti che ti annullano le multe pesanti

Sui 400 euro a ricorso falso!

È un continuo fiorire di maghi. Non quelli che ti guariscono da brutte malattie (i cui affari, peraltro, vanno sempre a gonfie vele, segno che l’Italia è un Paese più vicino al Nord Africa che al Centro Europa); ma quelli che ti annullano una multa. E non ci riferiamo alle sanzioncine per divieto di sosta: qui si tratta di verbali massicci, di quelli che ti rovinano patente, portafogli e vita. Vedi multe per guida in stato d’ebbrezza, con tassi alcolemici elevati. Sono migliaia di euro che volano, con patenti sospese.

Succede, per fortuna, che ogni tanto qualche maghetto venga acciuffato dalla Polizia. Un applauso agli agenti del commissariato Colombo di Roma per aver ingabbiato un 71enne che si faceva pagare per cancellare le contravvenzioni, grazie a ricorsi vincenti. In realtà, il tizio era solo un falsario (fonte corriere).

Si faceva dare 400 euro a botta. Chiaro segno che i disperati con multe da copogiro andavano da lui. In pochi anni, s’era fatto una certa nomea.

Attenzione quindi ai maghetti (anche quelli online): se sentite puzza di bruciato, state alla larga. Non ci sono solo i falsari. Esistono anche i presunti prìncipi del foro, che promettono, si fan pagare e poi ti affossano.

di Ezio Notte @ 16:42


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.