OmniAuto.it

17 aprile 2009

Polizze contro il Furto “regalate” dalle Case automobilistiche: fate bene i vostri conti

È troppo facile e anche qualunquistico affermare che nessuno regala niente, specie quando in ballo ci sono parecchie migliaia di euro: è il caso dell’acquisto di un’auto nuova. Tuttavia, Automobilista.it intende mettervi in guardia dalle reboanti pubblicità delle Case automobilistiche che riguardano le polizze contro il Furto e l’incendio “regalate” a chi compra una macchina.

In genere, si tratta di Garanzie che vengono incluse nei finanziamenti. Per esempio, io compro il modello X della marca Y dilazionando il pagamento in 60 rate, e il Costruttore mi “dona” cinque anni di assicurazione Furto e incendio. Può convenire al consumatore? Sì, ma è meglio fare qualche calcolo prima di firmare.

Anzitutto, chiedete se potete ottenere il finanziamento anche senza la polizza Furto. In caso affermativo, domandate quanto risparmiate. Se è davvero “gratuita” (non ve la fanno pagare nel finanziamento), tenetevela: è preziosa alleata per dormire sonni più tranquilli.

Invece, se la polizza Furto si può escludere dal finanziamento pagando rate di importo più basso, chiedete un preventivo per il Furto a una o più Compagnie e confrontatelo con il prezzo della polizza della Casa automobilistica (che comunque si appoggerà a un’Assicurazione): qual è la più conveniente? Così avrete un primo criterio per orientarvi.

Secondo, attenzione alle franchigie: è la parte che resta a vostro carico in caso di furto dell’auto. Se la macchina (al momento del furto) vale 20.000 euro e la franchigia è di 500 euro, l’Assicurazione vi rimborserà 19.500 euro. Sappiate che non tutto, quindi, vi viene risarcito: insomma, alla larga dalle brutte sorprese. Oltretutto, valutare la franchigia è anche un modo per fare corretti paragoni fra la polizza “regalata” dalla Casa automobilistica e quella che potreste comprare voi stessi in un’agenzia.

Terzo, non dimenticare lo scoperto: la percentuale che resta a vostro carico in caso di furto. Se lo scoperto è del 10 per cento, di un’auto che vale 20.000 euro vi verranno rimborsati 18.000 euro. E, in questo caso, una franchigia di 500 euro non conterebbe nulla.

di Ezio Notte @ 18:06


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.