OmniAuto.it

29 luglio 2010

Post per spaventare chi non rispetta la distanza di sicurezza

Mantenere le distanze, prego

Fra le novità del Codice della strada, che ha ricevuto il via libera da qualche ora, non ci sono multe salatissime per chi non rispetta la distanza di sicurezza. Ce ne dogliamo, perché è un’infrazione pericolosissima: il tallonatore maledetto si becca solo 38 euro di multa, più il tagliettino di tre punti-patente. Poca roba rispetto alla gravità della violazione. Oltretutto, i controlli in merito sono scarsini… Lo vediamo anche in questi giorni di esodo estivo.

Ma per spaventare chi non rispetta la distanza di sicurezza vi parliamo di altre sanzioni: 78 euro e decurtazione di cinque punti-patente se dalla inosservanza della distanza di sicurezza deriva una collisione con danni, sempreché siano tali obbligare a far revisionare i veicoli tamponati.

Non vi basta? In caso di recidiva nel biennio (se l’infrazione viene ripetuta in due anni), il guidatore subisce anche la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Tuttavia, la vera botta può arrivare da qui. Se dalla collisione derivano lesioni gravi alle persone (ossia che abbiano almeno 40 giorni di prognosi), per il guidatore responsabile del tamponamento c’è una multazza di 389 euro, e il taglio di otto punti-patente. Ecco che si ragiona. In più, ci saranno le sanzioni penali per i delitti di lesioni colpose o di omicidio colposo.

E ancora: se nell’incidente ci sono sia danni gravi ai veicoli (tali da comportarne la revisione) sia lesioni gravi alle persone, sono applicabili congiuntamente due sanzioni. In più, patente sospesa: per quanto tempo, lo decide il Prefetto.

foto flickr.com/photos/kitzero

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.