OmniAuto.it

26 agosto 2011

Povera Milano, il nuovo danno biologico del potere di Roma ti schiaffeggia

Milano ripudiata

C’era una volta un Tribunale di Milano con una tabella dei punti d’invalidità da 10 a 100 su 100 del danno biologico, dovuto a un grave incidente stradale. Assieme al Tribunale di Milano, viveva una Cassazione, che disse: si segua la tabella del Tribunale di Milano, con rimborsi più alti rispetto al resto d’Italia. Niente di trascendentale, stime prudenti. Ma pur sempre maggiormente vantaggiose per gli automobilisti italiani rispetto ad altri Tribunali, specie al Sud.

Poi, un bruttissimo giorno, arrivò uno schema di regolamento del Consiglio dei ministri. Bastava una firma del presidente della Repubblica Napolitano per trasformarlo in Decreto. Il Governo si affidava a una commissione del ministero della Salute. Che, per creare la tabella, faceva riferimento a valori economici modernissimi. Sì, del 2005. Un plauso. E senza comprendere il danno morale. Standing ovation.

Al che, le Assicurazioni fecero legittimamente festa per notti intere. E ti credo: rimborsi più bassi del 50%.

Milano in lacrime. Il potere di Roma, lievemente infetto, l’aveva abbattuta.

Non restava che Napolitano. Presidente, La prego: non firmi. E ponga fine a questa orribile favola dell’orco cattivo che si sbrana l’automobilista italiano.

Ezio Notte ezio.notte at omniauto.it

di Ezio Notte @ 00:48


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.