OmniAuto.it

4 maggio 2012

Profili tariffari Isvap: non se ne esce vivi

Salasso Rca

L’Isvap ampliare l’indagine effettuata trimestralmente presso le Compagnie al fine di rilevare l’andamento nel tempo delle tariffe Rc auto, aumentando a 11, dagli attuali quattro, i profili tariffari.

Perché? Per le novità del mercato Rc auto, non ultima la Legge liberalizzazioni. In particolare la nuova indagine, che ha per oggetto 21 Province, tiene conto della classe femminile di assicurati, in possesso di motocicli o di autovetture, e di una maggiore disaggregazione dei dati per età, di un maggior numero di tipologie di veicoli sotto copertura. Le tariffe, sono comprensive degli oneri fiscali e parafiscali in vigore.

Ma serve tutto questo? A poco o nulla. Il problema è che da quei profili viene poi fuori la media nazionale. Che conta quasi zero. Infatti, più il profilo riguarda il conducente virtuoso, che non fa incidenti e che è in una classe di merito bassa e guadagnata sul campo, più la Rca sarà bassa. Più il profilo è a rischio incidenti, o in una classe ereditata da papà, più la Rca sarà alta. La media varia a seconda dei profili presi in esame. Basta un nonnulla per spostare di brutto l’equilibrio: la classe, l’ereditarietà della classe, l’età.

Alla fine, un 19enne napoletano che paga 5.000 euro l’anno di Rca non si riconosce in quelle medie nazionali: lì la realtà è pazzescamente diversa. Così, anche con più profili, la media resta molto teorica, virtuale. I profili erano quattro, sono 11, potranno pure diventare 22; non se ne esce vivi: la media è inutile.

di Ezio Notte @ 10:31


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Io proporrei di non pagare più la R.C.A. e di togliere almeno una parte di potere alle compagnie assicuratrici. Hanno l’appoggio dei vari governi, che gli approvano leggi solo a loro favore, invece di tutelare i cittadini. Hanno l’appoggio di una parte dell’opinione pubblica che non è adeguatamente informata. Poi c’è l’ISVAP che fà finta di vigilare…..Dove è finita la tariffa agevolata unica nazionale per i meritevoli??? Già nel cestino. Invece il non pagare le lesioni minori gli è andata di lusso. E’ semplicemente uno schifo, cose che accadono solo in Italia.

    Commento by max — 4 maggio 2012 @ 16:35

  2. Accadono perchè ci sono milioni di cittadini che votano persone che poi li puniscono e li penalizzano. Se si verificasse uno spostamento di milioni di voti dall’asse politico attuale , forse , vedremmo dei cambiamenti.

    Commento by roberto — 5 maggio 2012 @ 22:35

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.