OmniAuto.it

5 giugno 2012

Psicodramma liberalizzazioni Rc auto: ultimatum Isvap alle Assicurazioni

Un Giancarlo Giannini (Isvap) battagliero

Ricordate il Decreto liberalizzazioni convertito con Legge 24 marzo 2012, numero 27?

Le Assicurazioni sono tenute a comunicare all’Isvap (organo di vigilanza sulle Assicurazioni) , entro 15 giorni, l’offerta di polizze Rca che prevedono l’installazione della scatola nera (articolo 32, comma 1). Più lo stato di avanzamento del processo di definizione delle scelte strategiche in vista della commercializzazione di polizze Rc auto che prevedono l’utilizzo della scatola nera, con riferimento sia ai profili commerciali sia a quelli di gestione dei sinistri.

E alle Assicurazioni che già distribuivano polizze con scatola nera? L’Isvap chiede di illustrare le iniziative adottate medio tempore.

Per quanto riguarda invece la diminuzione automatica del premio in assenza di sinistri (articolo 34-bis), le Assicurazioni devono comunicare all’Isvap le soluzioni operative adottate per il riconoscimento agli assicurati – per polizze stipulate o rinnovate successivamente all’entrata in vigore della norma (25 marzo 2012) – della riduzione automatica del premio dell’annualità successiva in caso di assenza di sinistri, senza possibilità di compensare la riduzione con eventuali aumenti di tariffa.

Ossia: se sei virtuoso e non fai incidenti, niente rincari.

Non solo: andranno trasmesse all’Isvap anche le circolari indirizzate alle reti di vendita nonché copia della documentazione contrattuale utilizzata per applicare la nuova disposizione.

Ultimo ma non ultimo, per la valutazione medico-legale delle lesioni di lieve entità (art. 32, commi 3-ter e 3-quater), l’Isvap vuole le iniziative adottate per uniformarsi ai nuovi criteri di valutazione del danno biologico, unitamente a copia delle circolari e delle direttive impartite alle strutture liquidative ed ai
medici-legali fiduciari.

È la prima volta nella sua storia, con rispetto parlando, che l’Isvap mostra i denti. Finalmente l’Isvap vigila con un po’ di animo.

La reazione delle Assicurazioni? Ve l’anticipo io: stando così le cose (scatola nera, Rca ferma per i virtuosi, dubbi sulle circolari che riguardano le lesioni fisiche), noi Compagnie ci vediamo costrette – nostro malgrado – ad alzare le tariffe Rca.

Quindi, le liberalizzazioni, che avevano l’obiettivo di far calare le Rca, per paradosso le faranno salire. Sarà mica il caso di andare a mettere il naso in altre faccende, tipo il fatto che l’80% del mercato Rca è in mano a mezza dozzina di Gruppi assicurativi, e che se proprio si vuole liberalizzare il settore occorre stimolare la concorrenza rendendo ogni singola Compagnie indipendente, eh?

di Ezio Notte @ 22:49


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.