OmniAuto.it

18 maggio 2011

Punti della patente: donne e anziani. Statistiche da buttare nel gabinetto

Donne prudenti? Non esageriamo

Dicono: le donne e gli anziani sono più disciplinati dei maschi 20enni, 30enni, 40enni e 50enni. Grosso modo, le donne han perso un quarto dei punti-patenti prelevati, rispetto al 75% dei maschi. E gli over 70, con 3.466.423 punti prelevati su 3.316.104 patentati, si fermano a una quota di 1,045.

È solo un modesto parere. Ma da quelle statistiche affermare che le donne e gli anziani siano più prudenti è davvero demenziale. Infatti, si dovrebbero valutare almeno altri tre parametri.

1) Il numero di chilometri percorsi l’anno da giovani, donne e anziani.

2) Il tipo di strade percorse. Se vai in campagna a 30 km/h hai meno probabilità di subire tagli di punti-patente rispetto a chi va in città.

3) Il tempo passato in auto, e la densità di traffico. Se fai una gita guidando tre ore è un conto; se ti metti nel traffico per quattro ore è un altro.

Discorso diverso per le Assicurazioni. È chiaro che loro guardano le statistiche interne: se risulta che over 70 e donne under 40 fanno meno incidenti, questi soggetti pagheranno Rca meno care.

foto flickr.com/photos/crobj

di Ezio Notte @ 22:38


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.