OmniAuto.it

24 giugno 2011

Quel Furto e incendio se lo tengano loro

Assicurazioni, gli italiani non sono ottusi

Mi dicono dalla regia che un comunicato stampa scritto da un comparatore di Rc auto sta facendo faville: dice che gli italiani non stipulano più i contratti Furto e incendio per la macchina. Eseguendo un rapidissimo copiaincolla del comunicato, quasi tutti i siti fanno sembrare scemi gli automobilisti. Quanto sono ottusi, questi italiani, a non capire l’importanza della polizza contro il furto; eppure basterebbe un euro al giorno.

Già. Peccato che vengano dimenticati tre punti.

1) Scoperti e franchigie schizzano alle stelle: compri l’auto a 30.000 euro, la rubano quando vale 28.000 euro, ti rimborsano 25.000 euro. Non è una cosa bella.

2) Si deve ragionare per Regioni. In Val d’Aosta, il Furto e incendio costa poco. Ma non serve: ci sono pochissimi ladri d’auto. In Campania servirebbe eccome, ma costa un occhio della testa, con franchigie e scoperti da paura.

3) Quelle polizze sono piene di clausole da impazzire. Per esempio, ti fanno lo sconto sei hai il localizzatore satellitare. In piccolo, è scritto che – in caso di furto col satellitare disattivato – non ci sarà rimborso. Risultato, ti disattivano il satellitare, ti rubano l’auto e tu non vedi un euro.

di Ezio Notte @ 22:57


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.