OmniAuto.it

25 maggio 2010

Quelle ridicolissime mega auto blu che sputano in faccia alla miseria

Da Oltremanica una lezione di civiltà per noi

Da Oltremanica una lezione di civiltà per noi

Pur di non privarsi delle auto blu, i nostri politici si farebbero torturare in pubblica piazza. Perché l’auto blu è godimento estremo per loro, è potere, incarna il motto siculo “Comandare è meglio che…”. Servirebbe un uomo di polso, di valore, disposto a farsi catapultare addosso decine di insulti dai colleghi politici; quest’uomo, in un posto chiave di potere e rappresentanza, dovrebbe fare qualcosa di moderno ed efficace. Se proprio il numero di auto blu non può scendere perché incontrerebbe le resistenze del potere, almeno si usino auto meno grandi e più pulite.

Mai sentito parlare di citycar? Sì, quelle che fanno anche qualche chilometrino fuori città senza che muoia nessuno. E le utilitarie a basso impatto ambientale? Perché no?

Certo, sarebbe una battaglia durissima. Vuoi mettere il macchinone da super politico arrivato, con agganci giusti per trovare case e posti di lavoro, con una citycar? Ma sarebbe un primo segno di civiltà, in un Paese che va sempre più giù economicamente, in attesa che le auto blu venga fatte scomparire per sempre, come in Gran Bretagna (vedi l’interessante articolo di OmniAuto.it).

di Ezio Notte @ 23:29


3 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 3 Commenti

  1. […] tempo fa, i deputati della Camera si sono imbestialiti perché i Vigili mettevano sulle loro auto verbali per divieto di […]

    Pingback by Sì, noi di Automobilista.it tifiamo per i Vigili | Automobilista.it — 25 maggio 2010 @ 23:38

  2. […] politici (quelli che vanno in giro con le auto blu) e le amministrazioni locali spingono da anni affinché i cittadini utilizzino i mezzi pubblici, […]

    Pingback by Uomini-würstel in metropolitana: e poi si lamentano che la gente va in giro in auto | Automobilista.it — 24 luglio 2010 @ 00:03

  3. […] fine maggio scrivevamo un post sulle auto blu che sputano in faccia alla miseria, e a chi non riesce a tirare la terza settimana […]

    Pingback by Auto blu, che senso hanno quei numeri? Noi multeremmo le pubbliche amministrazioni che non rispondono | Automobilista.it — 30 luglio 2010 @ 00:03

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.