OmniAuto.it

26 marzo 2012

Rc auto: cambiare tanto, per non cambiare nulla

Bel colpetto per le Assicurazioni

Dal Decreto liberalizzazioni, ora Legge, mi aspettavo solo una cosa: la guerra alle Assicurazioni. Pochi Gruppi (mezza dozzina) ha in mano il mercato Rca (l’80%), quindi non c’è vera concorrenza. Era lecito attendersi, dal Governo più liberalizzatore della galassia, una norma che stimolasse la concorrenza fra le Imprese. E invece?

Invece ci ritroviamo con il colpo di frusta che viene pagato solo in presenza di un esame strumentale. Ma cosa c’entra questo col mercato Rca? Che c’entra con la liberalizzazione e con la concorrenza? Perché mettere una regola del genere nel Decreto?

Sulla scatola nera, poi, stendo un lenzuolo bianco. La scatola nera c’è già da una vita e non serve a un fico secco. Al massimo, ti dà uno sconto del 10%. Bella roba: tu dai la tua privacy in mano all’Assicurazione, e lei ti ripaga con una scatola di carote. Questa è liberalizzazione?

Per quanto riguarda le pene più dure contro chi truffa, io avrei messo sanzioni durissime verso le Assicurazioni che, coii loro uffici sinistri, non si danno una bella svegliata a colpire i truffatori, non pagando i rimborsi. Invece, le Compagnie hanno avuto tutto il possibile e immaginabile da questo decreto: colpi di frusta con gli esami, scatola nera, pene più dure per chi truffa. Assicurazioni battono consumatori 3-0.

di Ezio Notte @ 00:15


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.