OmniAuto.it

25 febbraio 2014

Rc auto, Normattiva.it si sbaglia

Bel colpo, Normattiva!

Se vai su Normattiva.it, puoi scaricare il Pdf del Codice delle assicurazioni private. Dentro, c’è la rivoluzione. Ossia: tutte le norme del decreto Destinazione Italia, articolo 8. Peccato che quell’articolo 8 sia morto e sepolto. Peccato che ormai il decreto sia stato convertito in legge. Peccato che dopo 60 giorni (già trascorsi), il decreto decada. Non ci credete? Scrivetemi: ezio.notte at omniauto.it. V’invierò il Pdf che ha dell’incredibile.

Quindi, non c’è il risarcimento in forma specifica obbligatorio. Non c’è il divieto della cessione del credito al carrozziere.

Ma perché Normattiva.it sbaglia? Perché noi siamo in mano all’elefantiaca burocrazia.

Prova ne sia che, per dire al cittadino cosa sia Normattiva.it, viene sbrodolato un poema omerico:

Con l’apertura del sito www.normattiva.it si dà attuazione all’articolo 107 della legge n. 388 del 2000 che aveva disposto l’istituzione di un fondo destinato al finanziamento di “iniziative volte a promuovere l’informatizzazione e la classificazione della normativa vigente al fine di facilitarne la ricerca e la consultazione gratuita da parte dei cittadini, nonché di fornire strumenti per l’attività di riordino normativo” e aveva affidato tale compito alla Presidenza del Consiglio dei ministri, al Senato della Repubblica e alla Camera dei Deputati.

Nel 2008 il Parlamento è nuovamente intervenuto sulla materia, approvando il decreto-legge n. 200 che ha confermato le finalità e la struttura interistituzionale del progetto, affidando nel contempo al Ministro per la semplificazione normativa un compito di coordinamento delle attività e disponendo la convergenza presso il Dipartimento degli affari giuridici e legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri di “tutti i progetti di informatizzazione e di classificazione della normativa statale e regionale in corso di realizzazione da parte delle amministrazioni pubbliche”. Lo stesso decreto – per dare più forza e incisività al coordinamento fra tutti i soggetti pubblici – reca la seguente disposizione: “Non è in alcun caso consentito il finanziamento, a carico di bilanci pubblici, di progetti di classificazione e di accesso alla normativa vigente non rientranti nell’ambito delle attività coordinate ai sensi del presente decreto”.

di Ezio Notte @ 21:23


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. uah ah aha burocrati ottusi, sei fortissimo ezio notte! ti seguo sempre!

    Commento by titti — 26 febbraio 2014 @ 10:35

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.