OmniAuto.it

11 febbraio 2013

Rc auto: risarcimento basso? Mai arrendersi: parola di Fabrizio Gonnella

Incidente? Fa' valere i tuoi diritti

Dicevo qui che, con l’indennizzo diretto (c’è dal 2007), sono le Compagnie a stabilire come, quando, quanto dare di rimborso ai propri clienti. Questo è stato un regalo del Governo dell’epoca (sinistra) alle Assicurazioni. L’esigenza di avere subito il denaro spinge l’automobilista ad accettare subito l’offerta economica della propria Assicurazione. Niente vie legali, né scontro, né minima controversia, né avvocati, né esperti in infortunistica stradale, né patrocinatori stragiudiziali. Il contante in banca, al volo, zozzo e lurido, per pagare il mutuo o le spese condominiali. Risultato: le Assicurazioni possono tranquillamente abbassare sempre di più l’asticella.

Tutto questo, molti quotidiani online si gurdano bene dal raccontarlo in dettaglio. Il motivo? Affari loro, non m’interessa. Vanno a fondo se trattasi di gossip, ma quando ci sono di mezzo le Assicurazioni se la fanno sotto.

Ed ecco cosa le considerazioni in merito di un esperto in infortunistica stradale come Fabrizio Gonnella.

1) Questo aspetto, purtroppo, in diversi casi corrisponde a realtà. L’assicurato/danneggiato non sa che non è obbligato ad accettare quello che la Compagnia gli offre: può trattenere detta somma (che la Compagnia è obbligata, per legge, a bonificare) e agire giudizialmente o stragiudizialmente per ottenere quello che è giusto.

2) Esempio. Una persona subisce una lesione che secondo le tabelle in essere corrisponde, a € 2.500. Secondo la Compagnia, tale lesione dà diritto solo a € 800. Occhio: il danneggiato non è obbligato ad accettare quello offerto. Se dice no, riceverà comunque l’indennizzo. Il fatto di dire no all’offerta bassa non è un’auto-castrazione. La Compagnia deve mandare la sua offerta; il danneggiato potrà tutelarsi come meglio crede.

3) Patrocinatori e legali seri lottano quotidianamente contro questi abusi. Tenetene conto.

di Ezio Notte @ 00:00


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Intanto l’ IVASS ( defunto ISVAP), non ha ancora pubblicato il bollettino con i provvedimenti e le sanzioni di dicembre.
    I bollettini venivano puntualmente pubblicati l’ ultimo giorno lavorativo del mese successivo.
    Parte malino l’ IVASS…

    Commento by Ombralunga — 11 febbraio 2013 @ 21:25

  2. Qualcuno puo dirmi come fare per contattare il Sig Fabrizio GONNELLA avrei l’esigenza di parlare con lui per una questione che mi sta capitando . Ringrazio in anticipo con chiunque puo aiutarmi .

    Commento by angelo — 23 febbraio 2013 @ 20:34

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.