OmniAuto.it

2 febbraio 2014

Rc auto, un bel quesito: papà si intesta la polizza, con l’auto che resta di proprietà del figlio

Un quesito interessante

Tizio ha una vecchia auto (immatricolata 2009). La Rca è scaduta. L’auto è nel box.

Il Papà di Tizio vuole circolare con quell’auto. L’obiettivo è: Papà si intesta la Rca, mentre l’auto resta di proprietà del figlio Tizio.

Si può fare?

Risponde Roberto de Michelis, agente assicurativo.

“Sì. La possibilità di assicurare il mezzo esiste: con presentazione dell’ultimo attestato di rischio del veicolo in questione; indicazione in polizza di proprietà del veicolo del figlio e contraenza del padre; dichiarazione di non circolazione dalla data di fine copertura alla data del giorno da parte del figlio; e presentazione di tutti i documenti di identità di papà e figlio, libretto e certificato di proprietà. Naturalmente, perché tutto ciò sia legale, l’assicurazione che esisteva sul veicolo in questione non deve essere stata passata su un altro veicolo di proprietà del figlio: non si sarebbe potuta sostituire la polizza precedentemente, in quanto è possibile passare un’assicurazione su un altro veicolo solo a seguito di vendita o demolizione del veicolo precedentemente assicurato. Altra condizione necessaria: che l’attestato di rischio non sia scaduto da più di cinque anni. In tal caso, o si effettua voltura del veicolo in disuso, o si parte dalla classe di merito 18”.

di Ezio Notte @ 16:26


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.