it.motor1.com

14 gennaio 2018

Rc auto, www.coperturaveicolo.it: il falso sito Internet che certifica le Rca false

 

Massima cautela

Massima cautela

Occhio a www.coperturaveicolo.it, falso sito Internet per la verifica delle coperture assicurative Rc auto. L’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) rende noto che è stata segnalata l’esistenza di questa pagina web che offre la possibilità di verificare la copertura assicurativa Rc auto, anche temporanea, dei veicoli. Dai controlli effettuati è emerso che questo sito è stato impiegato per attestare falsamente l’autenticità di polizze contraffatte promosse e commercializzate tramite siti Internet non riconducibili a intermediari assicurativi iscritti nel Registro Unico dall’Ivass.

Quindi, prima uno mette in piedi la truffa di un sito Internet che vende Rca temporanee false. Poi un altro sito falso certifica che la Rca falsa è vera. Pazzesco.

Addirittura, per avvalorare le informazioni, nell’homepage del sito appare un presunto copyright Ania Italia. L’Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) ha formalmente disconosciuto la titolarità del sito. Pertanto, l’Ivass ha chiesto l’urgente oscuramento del sito alle Autorità competenti.

I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al contact center Ivass al numero verde 800 486661 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.30. E possono verificare la copertura Rca dei veicoli a motore e dei rimorchi immatricolati in Italia, inserendo i relativi numeri di targa nel Portale dell’Automobilista. È servizio di e-government del ministero dei Trasporti.

L’Ivass raccomanda di adottare le opportune cautele nella sottoscrizione via internet di contratti assicurativi, soprattutto se di durata temporanea, verificando, prima della loro sottoscrizione, che siano emessi da imprese e tramite intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa. A tal fine, sono consultabili nel sito www.ivass.it gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse a operare in Italia.

di Ezio Notte @ 20:29


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.