OmniAuto.it

27 febbraio 2014

Rca, Assicurazioni in pressing per il danno biologico: la strategia del pianto

Piangere e...

In Italia, c’è una strategia che risulta vincente: quella del pianto. Ti lamenti, sbatti i piedi, e ottieni. Attenti allora alla strategia del pianto delle Assicurazioni. L’articolo 8 del decreto Destinazione Italia è stato buttato nel gabinetto (con buona pace di Normattiva.it). Con esso, sono morti il risarcimento in forma specifica obbligatorio, che imponeva al danneggiato di rivolgersi al carrozziere convenzionato con la Compagnia, e il divieto di cessione del credito al carrozziere, che impossibilitava l’automobilista a difendersi nei dovuti modi. È finita nello scarico pure la scatola nera, scambiato per un braccialetto elettronico che ti deve seguire ovunque determinando se e quando hai diritto al rimborso.

Ma ecco che si profila all’orizzonte il pianto delle Assicurazioni. Della serie, è stata mancata una grande occasione per il Paese, peccato perché si potevano abbassare le tariffe Rca. E quindi, ora, c’è la grande caccia al dimezzamento del risarcimento del danno biologico. Le Compagnie mirano al punto unico nella tabella, che riduca del 50% il rimborso in caso di lesioni gravissime. Così da sostituire le tabelle di Milano.

Guardate un po’ che può accadere.

TABELLE TRIBUNALE DI MILANO
•    Danno biologico “puro” (senza danno morale) = Punto biologico 5841,92 x 50 (invalidita) x 0,83 (demoltiplicatore)  =242.439,68
•    Danno non patrimoniale + personalizzazione (elemento di “deterrenza” in transazione e ottenibile, in tutto o in parte,  stragiudizialmente o in giudizio) = 363.569,52 * 1,25 = 363.569,52 * 1,25 = 454.461,9
·         Danno non patrimoniale (comprensivo danno morale e ottenibile in transazione) = Punto danno non patrimoniale 8762,88 x 50 (invalidità) x 0,83 (demoltiplicatore) = 363.659,52

TABELLE PROPOSTE (ragazzo di 35 anni 50% invalidità)
•    Danno biologico “puro” = 226.000,00
•    Differenza 242.439,68 – 226.000 =  16439,68 (!)
•    Danno morale: non previsto esplicitamente  (le tabelle di MILANO PREVEDONO UN DANNO MORALE DEL 50%)
•    Personalizzazione: non prevista esplicitamente (le tabelle di MILANO PREVEDONO UNA PERSONALIZZAZIONE DEL 25%)
•    Differenza tra il massimo ottenibile con la tabella del Tribunale di Milano 454461,9 – 226000 = 228 461,9 (!)
•    Differenza tra il danno non patrimoniale tabelle Milanesi (senza personalizzazione) 363659,52 – 226.000 = 137 659,52 (!)
·         Differenza tra il danno non patrimoniale (senza personalizzazione) 363659,52 – (226.000*1,30 aumento danno morale) = 363659,52 – 287.020 = 76 639,52 (!)

di Ezio Notte @ 23:00


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.