OmniAuto.it

1 aprile 2013

Risarcimenti per le vittime di incidenti stradali: appello al presidente Napolitano

I vostri soldi

Ecco l’appello dell’Associazione vittime della strada al presidente Napolitano: “Abbiamo avuto notizia che  è stato preparato, pronto per  essere approvato la prossima settimana, il decreto taglia risarcimenti per le vittime di incidenti stradali e della malasanità con una  tabella medico-legale e una di valutazione monetaria per le lesioni gravi o gravissime che riduce gli importi risarcitori fino al 60%. Per esempio un giovane di 35 anni che subisce un danno biologico del 50% (perdita totale dell’avambraccio o totale di una mano) è oggi risarcito, come previsto dalle tabelle milanesi, con un ammontare, che include anche il danno morale, da un minimo di € 363.659 fino a € 454.000 (compresa la personalizzazione).

Con le nuove tabelle tali valori rischiano di dimezzarsi!

Questa tabella non è quella approvata dai vari organismi scientifici nel corso degli anni perchè ha subìto un coefficiente di abbattimento  assolutamente non previsto. E ciò accade proprio mentre il Tribunale  di Milano ha aggiornato le proprie tabelle considerate sia dalla Cassazione che dal Parlamento (26 ottobre 2011- mozione Pisicchio 428 voti a favore e 6 contrari) quale parametro di riferimento nazionale per il risarcimento del danno alla persona. Le Vittime della strada  fanno appello al presidente Napolitano perché  non firmi questo decreto che le mortifica e che rappresenta solo un ennesimo regalo alle Compagnie assicuratrici”.

di Ezio Notte @ 18:26


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.