OmniAuto.it

1 ottobre 2012

Salve, sono la Corte costituzionale

Indennizzo diretto: disastro

Pare che un Disegno di legge voglia fissare come obbligatoria quella sciagurata procedura chiamata risarcimento diretto, chre ha fatto schizzare alle stelle le Rca. Lo sapete il perché di questo Disegno di legge? Semplice: perché non è obbligatorio, a differenza di quanto qualche birichino vuole farvi credere. E se non credete a me, che sono solo un blogger, allora utile può esservi lo stralcio della sentenza della Corte costituzionale (la 180 del 2009):

“Pertanto, non è l’obbligatorietà del sistema di risarcimento diretto che impone le condizioni di un mercato concorrenziale, bensì la ricerca, da parte delle compagnie, della competitività con l’offerta di migliori servizi, e l’incentivo dei clienti non solo ad accettare quella determinata offerta contrattuale, ma a ricorrere al meccanismo, ove ve ne sia bisogno, del risarcimento diretto, come il più conveniente, ferma restando la possibilità di opzione per l’azione di responsabilità tradizionale, e per l’azione diretta contro l’assicuratore del responsabile civile”.

Se qualcuno vuole togliervi la libertà di scegliere, se non vuole che voi chiediate il risarcimento alla Compagnia del responsabile dell’incidente, ricordategli questa sentenza.

Se ho un incidente, meglio farmi assistere dalla mia Assicurazione, che mi deve i soldi, oppure da un legale contro la Compagnia del responsabile del sinistro? Riflettete.

di Ezio Notte @ 22:59


4 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 4 Commenti

  1. Salve, sono un perito assicurativo e presto la mia opera non più alle “dipendenze” delle compagnie assicuratrici ma agli utenti delle stesse che hanno subito un incidente.
    Ebbene, alcuni miei clienti sono stati allontanati dalla propria compagnia, ove erano assicurati da anni, solo perchè hanno demandato il sottoscritto a rappresentarli in contradittorio nel contenzioso con la compagnia, al fine di poterli così tutelare per un giusto risarcimento.
    Questo per far comprendere che il consulente tecnico di parte, per le compagnie crea problemi perchè il risarcimento è “COSA LORO” e nessuno deve frapporsi.
    Vi sembra normale?

    Commento by Pasquale — 2 ottobre 2012 @ 12:33

  2. Penso che stiano tirando troppo la corda e non solo le Compagnie di Assicurazione…..

    Commento by roberto — 2 ottobre 2012 @ 16:08

  3. sentite questa: a febbraio ho tamponato un’auto, ho compilato il cid e mi è aumentato il premio dell’assicuraz. Ora mi è arrivato un invito a “mediare” la somma di 7.ooo euro perchè al danneggiato la sua assicurazione ne ha riconosciuti mille euro contro gli 8.ooo richiestii.
    ma è possibile? non ero mica ubriaco o con franchigia

    grazie per l’attenzione,
    stefano

    Commento by stefano — 5 ottobre 2012 @ 17:49

  4. PS il danno è alla persona che guidava (che ha tranquillamente preso l’auto ed è tornata a casa sua da sola..)

    Commento by stefano — 5 ottobre 2012 @ 17:52

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.