OmniAuto.it

3 dicembre 2012

Sballo

Spettacolo

Perché andare alla 37° edizione del Motor Show di Bologna? Perché c’è la nuovissima 12C Spider di casa McLaren. Il pubblico avrà l’opportunità di scoprire dal vivo questa emozionante vettura, durante tutta la durata dell’evento dal 5 al 9 dicembre. La nuova 12C Spider è meccanicamente identica alla 12C. Utilizza una versione aggiornata del propulsore 625PS, che fa anche parte dell’upgrade della 12C Model Year 2013. L’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede solo 3,1 secondi. Conformemente all’impegno di McLaren nei confronti di un’efficienza energetica di classe mondiale, queste prestazioni surclassano la maggior parte delle decappottabili sportive attualmente sul mercato. La velocità massima è di 329 km/h.

Al pari della versione Coupè la 12C Spider è una vettura sportiva dalle alte prestazioni, con motore montato centralmente, trazione posteriore e due posti. A differenza della concorrenza, utilizza una monoscocca in fibra di carbonio, la MonoCell, esclusiva scocca monopezzo stampata del peso di soli 75 kg. È più rigida del 25% rispetto a una struttura in metallo equivalente e il 25% più leggera di una scocca in alluminio comparabile (la differenza con una scocca in acciaio è ancora maggiore). È inoltre più robusta e sicura in caso di impatto, rivestendo la funzione di cella di sicurezza, come in una monoposto di Formula 1.

I due pannelli del tetto e il copri-capote sono dello stesso materiale composito utilizzato per il telaio della 12C. Si tratta di un materiale leggero ma estremamente robusto, che ben si presta a finiture di standard elevato. Il vetro posteriore riscaldato completa la struttura del tetto. Il meccanismo completamente automatico alza o abbassa il tetto in meno di 17 secondi, fino a una velocità massima di 30 km/h. È comandato da un interruttore a due posizioni sul pannello centrale nell’abitacolo.

L’aerodinamica “attiva” dell’Airbrake McLaren è una ulteriore innovazione derivata dall’esperienza in Formula 1™; questa tecnologia tuttavia non è più utilizzabile in F1, in  quanto offriva un considerevole vantaggio in termini di prestazioni. Lasciata la pista la troviamo oggi su questa esclusiva vettura di serie.

di Ezio Notte @ 23:29


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.