OmniAuto.it

24 maggio 2011

Semaforo verde: la cautela non è mai troppa

Semaforo, mai stare tranquilli

Col rosso ti fermi: questo è certo. Col verde vaii sparato: questa è una cretinata. In realtà, anche col semaforo verde, serve la massima prudenza. Se investi un pedone che attraversa col rosso, sei corresponsabile: lo dice la Cassazione (sentenza 3 maggio 2011, numero 9683). Permane a carico del conducente l’obbligo di diligenza nella condotta di guida: è la cautela richiesta dalla comune prudenza e dalle condizioni esistenti all’incrocio. Il guidatore può essere corresponsabile dell’investimento del pedone (ci penserà la Compagnia assicuratrice a rimborsare le ferite dell’investito) se non viene accertato il carattere imprevedibile e anomalo del comportamento del pedone, e se il conducente poteva in qualche modo prevenire l’evento.

In due parole, se vai a 40 km/h (col limite di 50) e un pedone d’improvviso si butta in strada e viene investito, non sei colpevole né corresponsabile. Se però vai a 50 km/h col limite di 50, di notte, e intravedi il pedone, e si potrebbe anche intuire che il pedone stesso attraversi la strada, allora potrebbe essere una (seppur minima) corresponsabilità tua, come guidatore non prudente al 100%.

foto flickr.com/photos/cefeida

di Ezio Notte @ 23:17


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.