OmniAuto.it

25 marzo 2010

Sicurezza stradale: soldi, concorsi. Tutto stupendo. Ma se facessimo qualche controllo di Polizia in più ed eliminassimo i controlli elettronici “trappola”?

La sicurezza stradale e il Governo

La sicurezza stradale e il Governo

Via governo.it: “È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 64 del 18 marzo 2010 il comunicato di approvazione delle graduatorie relative al Bando di concorso per la Sicurezza stradale, emanato il 30 dicembre 2008. Il Dipartimento – attraverso il Fondo delle Politiche giovanili – ha bandito il 30 dicembre 2008 un concorso per la sicurezza stradale, allo scopo di promuovere progetti finalizzati al miglioramento della sicurezza stradale anche con attività di formazione e con iniziative di sensibilizzazione nei confronti dei giovani, per promuovere modelli di comportamento responsabile alla guida, nel rispetto del Codice della strada”.

Come non essere d’accordo col Governo che vuole sensibilizzare gli utenti della strada affinché guidino con prudenza e rispettino il Codice della strada? Tuttavia, secondo noi di Automobilista.it, ci vuole anche altro.

a) Aumento dei controlli su strada per fermare ubriachi e drogati al volante.

b) Eliminazione dei controlli elettronici “trappola“, come autovelox e semafori “intelligenti” che hanno in realtà come unico obiettivo quello di far incassare un sacco di soldi ai Comuni.

c) Multe severe per i Comuni che non rispettano il Codice della strada o se ne infischiano delle sentenze della Cassazione.

Ecco, con quelle piccole aggiunte, il quadro sarebbe più ricco. Anche se non completo. Manca all’appello la riforma del Codice della strada. Ma quella dorme in Parlamento. Tanto, chissenefrega, qui si sensibilizza l’essere umano…

di Ezio Notte @ 00:00


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. stai scherzando???? e poi tutti i vigili urbani ed i polizziotti dovrebbero veramente lavorare… si farebbero troppi nemici!

    Commento by Sara — 25 marzo 2010 @ 10:00

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.