OmniAuto.it

3 ottobre 2009

Smart elettrica a Roma: calma con quelle 260.000 tonnellate di anidride carbonica in meno

Smart elettrica, auto eccezionale: ma quanto costerà il leasing?

Smart elettrica, auto eccezionale: ma quanto costerà il leasing?

Vi invitiamo a ragionare assieme a noi su quanto dicono certi comunicati stampa. Poche ore fa, ce n’è arrivato uno molto interessante: argomento, auto elettrica. A Roma, da settembre 2010, chi avrà una vettura a emissioni zero disporrà di 150 punti di rifornimento: colonnine e stazioni per fare il pieno di elettricità. Il tutto, grazie a un accordo fra Comune della capitale ed Enel.

Fra qualche tempo, vai su un certo sito Internet (ancora non si sa quale) e prenoti la tua Smart elettrica: ce ne sono 100 date in leasing. È il Gruppo Daimler (insomma, Mercedes) che si occupa della manutenzione della piccolina. Si inizia da Roma; poi arriveranno Pisa e Milano.

Il comunicato dice: se almeno il 15% delle auto sarà elettrico, in un anno le emissioni di anidride carbonica diminuiranno di 260.000 tonnellate.

Ecco, questa parte finale ci lascia perplessi.

a) Come fai ad arrivare al 15% di auto elettriche? Quelle Smart in leasing avranno pure un costo mensile. E qui ci si gioca la partita: un canone di 250 euro al mese, tanto per fare un esempio a casaccio, il romano medio se la sente di sborsarlo? A occhio e croce, diremmo che per la fine del secolo si raggiungerà quel traguardo: “elettrificare” il 15% del parco circolante.

b) Non mettiamo in dubbio il calo di anidride carbonica. Però questo avviene a Roma. E magari anche in provincia. Ma da qualche parte si dovrà pure inquinare la Terra: dove si fanno le batterie? Dove si produce elettricità? Dove si smaltiscono le vecchie batterie?

di Ezio Notte @ 00:06


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] totale dello sporco nell’aria. Non siamo di fronte a un veicolo elettrico (che peraltro inquina con le frenate e le gomme, più la creazione e lo smaltimento delle batterie, senza dimenticare la […]

    Pingback by Sulle auto, l’”Etichetta per il Clima” di Legambiente: non c’è una contraddizione? | Automobilista.it — 16 novembre 2009 @ 22:14

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.