OmniAuto.it

5 agosto 2009

Smodatamente auto blu: così i politici mangiano i nostri soldi

572037246_8c01debe4e

Auto blu: il morso della casta politica

Già la classifica mondiale del 2008 faceva ribrezzo: in Italia, oltre 607.000 auto blu, negli Stati Uniti 75.000; a seguire, Francia, Regno Unito e Germania rispettivamente a quota 64.000, 55.000 e 53.000 (fonte Wikipedia). Ma la recente mazzata è ancora più terribile: secondo Contribuenti.it, siamo a 624.000. Una crescita senza fine, visto che nel 2005 erano  198.596 (comunque un’enormità) e a maggio 2007 ne esistevano 574.215.

L’auto blu, quello che dovrebbe semplicemente essere un mezzo utilizzato per funzioni di rappresentanza pubbliche (di proprietà, in leasing o a noleggio), viene cannibalizzata dai politici di Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici e Società misto pubblico-private, Società per azioni a totale partecipazione pubblica.

È il simbolo numero uno del potere. È un modo cavernicolo ma assai efficace di manifestare potere, forza, supremazia. L’italiano medio non arriva alla terza settimana del mese, non ha i soldi per comprare una bici, fa i debiti per pagare le bollette; e invece il politico ha un’auto blu che lo scarrozza a piacere. Macchina bellissima, zero spese. Alla faccia di tutti i poveri cristi che vanno in giro con le loro caffettiere.

Forse è anche colpa di noi italiani. Altrove, se i numeri delle auto blu fossero così scandalosamente elevati, i blog non darebbero tregua. Ci sarebbe una sollevazione online. La moralità politica passa per il Web, negli Stati Uniti soprattutto, ma anche nei Paesi dell’Europa centrale e del Nord. Nel Belpaese, invece, veniamo rimbambiti dal Grande Fratello in tv, storditi dall’Isola dei famosi, calpestati da una televisione che narcotizza. Probabilmente, ci meritiamo i nostri politici. E quelle auto blu, per un popolo così passivo come il nostro, sono pure poche.

foto flickr.com/photos/giumaiolini

di Ezio Notte @ 23:03


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] di non privarsi delle auto blu, i nostri politici si farebbero torturare in pubblica piazza. Perché l’auto blu è godimento […]

    Pingback by Quelle ridicolissime mega auto blu che sputano in faccia alla miseria | Automobilista.it — 26 maggio 2010 @ 00:39

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.