OmniAuto.it

12 dicembre 2011

Smog Milano: i blocchi scemi e due paroline sulle polemiche inutili di queste ore

Smog: si muore

“Le polemiche di queste ore contro il blocco del traffico non hanno davvero senso perché Milano ha bisogno di tornare a respirare e, in questo modo, di tutelare la salute di tutti noi, a cominciare da bambini e anziani”. Lo ha dichiarato Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali e Servizi per la salute.

Il linguaggio politico è subdolo ma mirato. Scientifico. Chirurgico.

Osservate.

“Milano ha bisogno di tornare a respirare”. Se tu fai polemica contro il blocco, significa che vuoi soffocare.

“Tutelare la salute di tutti noi, a cominciare da bambini e anziani”. Se tu fai polemica contro il blocco, significa che della salute di tutti, a cominciare da bambini e anziani, non te ne frega nulla.

Quindi, signor Majorino, secondo lei un blocco di due giorni del traffico è un provvedimento intelligente contro lo smog. Mi fa piacere. Peccato solo che lo smog non sia calato per nulla. In compenso, sono aumentati i disagi per chi si muove. Per non parlare dei danni economici: stroncare lo shopping sotto Natale è come darsi una martellata sugli zebedei.

Avrei preferito provvedimenti di lunga portata: caldaie anziane da buttare, vecchi mezzi pubblici da sostituire, emissioni delle fabbriche da controllare. Invece, si bastona l’auto. Per puro timore. Perché un giorno arriva l’Unione europea e chiede conto di ciò che è stato fatto contro lo smog: la risposta? Tutto il possibile: e giù una sbrodolata di blocchi del traffico scemi. Fumo in faccia all’Ue. Anzi, smog negli occhi. Ma l’Europa non avrà pietà dei nostri politicanti e ci darà una multa colossale.

di Ezio Notte @ 23:54


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.