OmniAuto.it

14 dicembre 2011

Superbollo, una legge nata storta che non raddrizzi più

Superbollo: conta l'età

Prima versione del superbollo del Governo Monti, col Decreto Salva Italia: mazzata per le auto con oltre 185 kW (20 euro ogni kW in più). Iniquo: una macchina vecchia da 7.000 euro con 220 kW paga il superbollo; una macchina nuova da 60.000 euro con 184 kW non paga il superbollo.

La Camera capisce che la norma è storta. E tenta ora di raddrizzarla. Il superbollo è ridotto dopo 5, 10 e 15 anni dalla data di costruzione dell’auto: rispettivamente, al 60%, al 30% e al 15%. Se l’auto ha più di 20 anni, niente superbollo. Insomma, conta l’età.

È una norma leggermente più dritta di prima, ma pur sempre storta. La verità è che questa regola andrebbe solo buttata via. Motivo: le auto più sono vecchie e più inquinano, di solito. Si va a contraddire il principio del bollo: le Euro 0 tartassate, le Euro 5 no. Più inquini, più paghi.

Non ce la faranno mai a creare una tassa equa. Il rischio è che il Decreto Salva Italia sia ancora stirato, allungato, modificato, corretto mille volte prima che diventi legge. Superbollo incluso.

di Ezio Notte @ 21:44


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Il problema e’ che questa legge e’ stata fatta con i piedi e non col cervello, intanto non colpisce i ricchi ma tutti gli appassionati di auto che pur di non vedere distrutta la loro passione pagheranno(quindi un’estorsione)poi perche’ auto nuove che costano 80,000-90,000€ non rientrano in quelle potenze e quindi non pagheranno. Questa proposta di legge va solo eliminata perche’ e’ iniqua e tende a bloccare il mercato di questa categoria di auto. Io credo che ora le case costruttrici si adegueranno subito con le potenze limite, un’auto che in Germania ha 300cv agendo sull’elettronica nel nostro mercato ne avra’ 251cv quindi non avranno risolto un granche’ pagheranno solo i fessacchiotti con le macchine vecchie.

    Commento by TonyMpower — 18 dicembre 2011 @ 08:17

  2. sono d’accordo. però è tutto voluto, mirato…

    Commento by Ezio Notte — 18 dicembre 2011 @ 13:59

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.