OmniAuto.it

17 novembre 2010

Sveglia, automobilista: ti fanno pagare la soffiata nel precursore? In quel locale non mettere più piede

Alcol? Massima cautela

Qualche punto fermo per capirci al volo.

1) I locali aperti dopo la mezzanotte devono mettere a disposizione del cliente un precursore per misurare il tasso alcolemico.

2) Il precursore non dev’essere necessariamente messo sotto il naso del cliente. Se lui lo chiede, il locale è costretto a dare l’apparecchietto per soffiarci dentro.

3) La Legge 120/2010 parla di precursore chimico o elettronico. Non dice se il locale debba metterlo a disposizione gratuitamente per l’automobilista, o se si debba pagare per ogni soffiata nel dispositivo.

4) La Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) suggerisce ai locali di mettere a disposizione dei clienti il precursore in modo gratuito.

5) Noi di Automobilista.it, come le sentinelle a tutela del vostro portafoglio, ci siamo intrufolati malandrinamente in numerosi locali di un po’ tutto lo Stivale. Risultato: ci sono locali che il precursore manco sanno cos’è; altri che lo mettono a disposizione gratuitamente; altri che fanno pagare ogni soffiata.

6) Fra quelli che lo fan pagare, c’è chi vuole un euro a soffiata; chi due euro; chi anche tre.

Morale. Voi automobilisti ribellatevi a una situazione del genere. Sveglia: se il locale vi pagare la soffiata nel precursore, non metteteci mai più piede. Non è possibile subire sempre tutto passivamente.

foto flickr.com/photos/adforce1

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.