OmniAuto.it

Articoli Taggati con ‘giudice di pace’ (61 articoli)

7 agosto 2016

Giudici di Pace: il Governo Renzi gioca a Pokémon Go

 

Tutti, proprio tutti, giocano al gioco del momento

Tutti, proprio tutti, giocano al gioco del momento

La burocrazia sa essere oppressiva, ossessionante, opprimente. Ma può anche giocare col cittadino. Si nasconde, per un po’ sparisce, sembra che ci sia un progetto di razionalizzazione in atto. Poi però fa di nuovo capolino, sorridente e maliziosa, così simpatica e allegra. È una sorta di Pokémon Go. Prendete i Giudici di Pace, cui gli automobilisti si appellano per fare ricorso contro le multe illegittime dei Comuni. In passato, i magistrati sono stati tagliati. E così, è stato pure tagliato il diritto di quei cittadini che, per ricorrere, si devono spostare molto più in là rispetto alla sede naturale del Giudice di Pace, … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 10:43


Nessun commento Leggi tutto


21 agosto 2013

Multe con lo sconto: l’inarrestabile distruzione del diritto alla difesa

Automobilista, ecco il tuo diritto alla difesa

In origine, fu la cauzione. Prima di fare ricorso al Giudice di pace, versi il denaro come cauzione. Una porcata così grossa che i giudici impedirono ai politici di farla diventare definitiva. Ma poi ce l’ha fatta a fare un regalo ai Comuni (e allo Stato): tassa sul ricorso al Giudice di pace. Picchia fuori subito 37 euro per un divieto di sosta di 40 euro. Il gioco non vale la candela? Non sai né se né quando ti ridanno quei 37 euro? Cavoli tuoi. Fa’ ricorso al Prefetto (non un magistrato…), così se perdi mi paghi il doppio. Questa la prima legnata sui tuoi diritti alla difesa, … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:00


Nessun commento Leggi tutto


28 gennaio 2013

Regalo ai Comuni multaioli: aumento del contributo unificato per fare ricorso al Giudice di pace

Multe sanguinose

I Comuni godono. Possono dare multe con ancora maggiore facilità. Loro vincono sempre, schiacciando l’automobilista. Con la pubblicazione della Legge di stabilità (Legge 24 dicembre 2012 n. 228 sulla Gazzetta n. 302 del 29 dicembre): dal 31 gennaio, aumenta il contributo unificato. È la tassa da versare allo Stato quando ricorri al Giudice di pace. Tu la versi: se perdi, amen, non la vedrai mai più. Se vinci, dovresti riaverla dall’Ente che hai sconfitto. Sì, e come? Quando? Che fregatura.

Così, ora siamo a quota 45 euro. Complimenti vivissimi: alla faccia del diritto alla difesa. Si era partiti da 38 euro, che era già un’ingiustizia: figuriamoci 45 euro.

Per non parlare della vergogna dei 30 giorni: questo … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 07:39


1 commento Leggi tutto


12 ottobre 2012

Multa, ricorso al Giudice pace: contributo unificato, caos totale

Paga e zitto

Se fai ricorso al Giudice di pace, devi pagare un contributo unificato. Una tassa allo Stato. Che lede il diritto alla difesa: devi difenderti gratis, senza pagare. È un regalo ai Comuni, che così organizzano i trappoloni e incassano soldi sulla tua pelle. Ma c’è un secondo problema: quanti quattrini devi tirare fuori? Mistero italiano.

Leggete infatti cosa dice un documento del Giudice di pace di Firenze. Se qualcuno non ci crede, glielo invio via mail: ezio.notte at omniauto.it.

Dunque, “Per effetto delle norme introdotte con la Finanziaria 2010 dal 1/01/2010 deve essere dichiarato il valore della causa (NB: si ritiene che il valore sia quello … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 10:37


5 commenti Leggi tutto


10 gennaio 2012

Cellulare: niente auricolare nel verbale? Multa nulla. La guerra della contestazione immediata

Telefonino: pericolosissimo

Multa data per guida col cellulare: la sentenza 1450 del 19 settembre 2011 del Giudice di pace di Pisa s’inserisce in una vastissima giurisprudenza in materia. Stando a ques’ultima sentenza, se un Vigile dà una multa senza contestazione immediata (ossia senza fermare il guidatore), dev’essere preciso e puntuale nel verbale. Altrimenti, la sanzione è nulla.

Infatti, secondo quel Giudice, la percezione di una realtà dinamica e in movimento (in un arco temporale e istantaneo) non può essere assimilata a una conoscenza di una realtà statica. Con l’auto in movimento è tutto più difficlle, con l’auto ferma la descrizione analitica si converte in accertamento giuridicamente rilevante. … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 20:36


Nessun commento Leggi tutto


8 gennaio 2012

Risarcimento Inail a un motociclista, infortunatosi durante una gara

Sentenza interessante

Interessante sentenza via cercasentenze. L’articolo è di Claudio Tadicini.

L’Inail risarcirà il motociclista infortunatosi durante una gara di motocross. Lo ha stabilito il giudice di pace di Casarano, Albano Adorno, che ha accolto il ricorso presentato da Salvatore Vantaggiato, 35enne di Ruffano che, il 6 luglio del 2008, riportò la frattura della clavicola ed un trauma cranico commotivo. Il 35enne, tesserato con la Federazione Motociclistica Italiana, dopo essere rimasto coinvolto in un incidente durante una gara di motocross presso il crossodromo “Occhiazzi” del suo paese, aveva avanzato la richiesta di risarcimento per i danni subiti. Il suo tesseramento comportava la sottoscrizione della copertura assicurativa con la “Sportass”, società che copre … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:15


Nessun commento Leggi tutto


2 gennaio 2012

Salve, sono il diritto alla difesa

Salutatemi il diritto alla difesa

Via Wikipedia.

“Il Diritto di difesa è uno dei principali diritti riconosciuti all’imputato (e all’indagato) nel diritto processuale penale. Il diritto di difesa è tecnico e sostanziale: nella prima accezione si verifica con il diritto e dovere di avere un difensore che guida la parte nel processo tramite consigli tecnici, la seconda col la titolarità dell’imputato stesso che sceglie la tesi sulla quale dibattere la propria posizione (di ammissione o di sostegno dell’innocenza)”. Fra l’altro, c’è “il diritto di nominare uno o due difensori o di essere assistito in mancanza da un difensore d’ufficio, e di conferire in ogni stato e grado del procedimento”.

Ora, due … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 15:07


Nessun commento Leggi tutto


7 novembre 2011

Ecopass, multe pazze: vogliamo parlare di danni da stress?

Robe da EcoPazz

Ecopass. Sin dalla sua nascita, quest’aborto della natura ha causato problemi a non finire alla brava gente: cartelli illegali, multe pazze, persone che pagavano e che ricevevano sanzioni a casa. Anche adesso il cervellone è andato in tilt, fottendo migliaia di automobilisti: hanno regolarmente pagato il ticket, ma si ritrovano sul groppone una multa di 80 euro. Quando va bene, una multa. Ma i verbali salgono a 10 oppure 100 se gli ingressi sono stati numerosi.

Il Comune ha ammesso l’errore. Ora serve fare ricorso al Giudice di pace per vedersi cancellare la multa.

Due guai.

1) Dal Giudice di pace io pago un contributo di 37 euro. Chi mi ridarà quel denaro? E quando?

2) Io … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento Leggi tutto


23 settembre 2011

La balla della tassa del ricorso che ti viene ridata

Fate ciao ai soldini

Io vorrei tanto sapere chi ha messo in giro la balla della tassa sul ricorso. Tutti sanno che si pagano ben 37 euro per ricorrere al Giudice di pace: questa è l’unica certezza. Perché chi dice che quellla tassa viene restituita mente.

Se perdi, stai tranquillo che tu la tassa di 37 euro non la rivedi più.

Se vinci, e il Giudice compensa le spese, col cavolo che la tassa ti viene restituita. Ognuno si paga il suo. Quindi, tu hai fatto ricorso contro una multa di 40 euro per divieto di sosta, spendendo 37 euro di tassa. Vinci il ricorso, i 40 euro non li paghi, però ii 37 euro non li rivedi. Ci … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:10


Nessun commento Leggi tutto


22 settembre 2011

Ricorsi al Giudice di pace: lo scandalo dei 30 giorni. Si stringe il cappio al collo dell’automobilista

Ricorso: l'occhio attento del Comune

Scandalosamente, dal 6 ottobre, per effetto delle nuove disposizioni complementari al Codice di procedura civile (Decreto legislativo 1 settembre 2011, numero 150, appena pubblicato sulla Gazzetta ufficiale 220 del 21 settembre)  è stato rivoluzionato l’articolo 204-bis del Codice della strada. La modifica più importante è questa: i giorni per fare ricorso al Giudice di pace contro una multa passano da 60 a 30 giorni dalla notifica del verbale. Vedi qui la mia pronta anticipazione.

Risultato, ti mettono una fretta bestiale addosso. Hai meno tempo per pensare, raccogliere le prove, documentarti. Tutto è studiato perché il cappio attorno al collo dell’automobilista si stringa vieppiù.

È la seconda legnata, dopo la tassa sul ricorso del 1° … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:45


Nessun commento Leggi tutto