OmniAuto.it

Articoli Taggati con ‘istat’ (9 articoli)

8 aprile 2016

Smartphone, alcol, droga: il vuoto pneumatico delle statistiche sulla sicurezza stradale in Italia

Cause degli incidenti: c'è tanto da fare

Cause degli incidenti: c’è tanto da fare

Googlate sicurezza stradale, incidenti, smartphone, alcol, droga: il risultato è l’inferno. Otterrete una montagna di forum che parlano del nulla. Fingendo che ci siano numeri chiari ed espliciti. In realtà, in Italia, non sappiamo assolutamente nulla dei sinistri dovuti alla distrazione da smartphone, all’alcol, alla droga. Si naviga a vista, si fanno ipotesi, s’intuisce, si chiede all’esperto, il qualche anch’egli brancola nel buio. E perché non si sa niente? Leggete cosa dice l’Istat, e capirete.

“A causa dell’esiguo numero di circostanze presunte dell’incidente legate allo stato psico-fisico alterato del conducente e ai difetti o avarie del veicolo, per l’anno 2009 non sono stati pubblicati i dati … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 15:51


Nessun commento Leggi tutto


11 novembre 2013

E adesso, chi glielo dice ai quotidiani che con gli autovelox e il Tutor l’Italia nel 2012 non ha ancora dimezzato le vittime?

'o Tutòr

Spiace evidenziare che il Tutor ha fatto flop. Nel 2012, l’Italia non ha centrato l’obiettivo di dimezzare i morti. Quando doveva ridurre del 50% i morti? Nel 2010, dal 2001. C’è riuscita nel 2010? No. Eppure l’Italia è piena di autovelox, sempre di più ovunque. Eppure c’è crisi, si va meno in auto. Eppure dal 2006 c’è il Tutor. Com’è possibile che l’Italia abbia fatto flop in materia di sicurezza stradale? E va bene, direte voi, ce l’avrà fatta nel 2011, che diamine. Macché. Un altro ennesimo flop.

Oh sant’Iddio, allora nel 2012: sicuro. C’è il Tutor. Gli autovelox. Il T-red. Il Vergilius. Ma soprattutto lui, il magico Tutor. Sì, sì, il 2012 è l’anno buono. … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:01


Nessun commento Leggi tutto


7 novembre 2013

Il Tutor Sicve sta morendo. Ma i quotidiani copiaincollano l’indagine Aci-Istat senza dire la verità

Tutor, bel business…

Fonte Aci-Istat: nel 2012, si sono registrati in Italia 186.726 incidenti stradali con lesioni a persone. I morti (entro il 30° giorno) sono stati 3.653, i feriti 264.716. Rispetto al 2011, gli incidenti diminuiscono del 9,2%, i feriti del 9,3% e i morti del 5,4%. Tra il 2001 e il 2012, la riduzione delle vittime della strada è stata pari al 48,5%, con una variazione del numero dei morti da 7.096 a 3.653.

Leggiamo il massaggio alla schiena con olio che l’indagine Aci-Istat fa al Tutor Sicve, lo strumento che rileva soprattutto la velocità media. Un massaggio che finisce dritto dritto sulla schiena di Autostrade per l’Italia, che usa il Tutor: “Nel 2012 si … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 11:25


Nessun commento Leggi tutto


23 giugno 2013

Tutor: il folle dimezzatore di morti in autostrada che non dimezza più nulla

'O tutòr, per gli amici

Gli adorabili quotidiani online ci dicono che il Tutor controlla la velocità media in autostrada e dimezza i morti. Fate una prova. Googlate Tutor autostrade e vi appare la formuletta magica, che poi è la scopiazzatura squallida di qualche comunicato stampa sputato giù alla bell’e meglio. Già già. La verità? Nel 2006 il Tutor ha dimezzato i morti. E grazie al cavolo. Anche la patente a punti nel primo anno di vita ha fatto paura e segato gl’incidenti. Poi, tutto è tornato come prima.

Adesso, leggiamo i dati Istat.

Nel 2012, sulla base di una stima preliminare, si sono verificati in Italia 184.500 incidenti stradali con lesioni a persone. Il numero dei morti, … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 17:12


Nessun commento Leggi tutto


26 ottobre 2012

Aci e Istat presentano i nuovi dati sugli incidenti stradali il 31 ottobre 2012: a che servono numeri così parziali?

Cucù cucù l'alcol non c'è più

Si svolgerà alle ore 10 presso la sede dell’Automobile club d’Italia in via Marsala 8 a Roma la conferenza stampa di presentazione dei nuovi dati Aci-Istat sugli incidenti stradali in Italia e in Europa. Interverrà il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, insieme al presidente dell’Istat, Enrico Giovannini, e al presidente della IX commissione della Camera (Trasporti, Poste e Telecomunicazioni), Mario Valducci.

È tutto così bello e perfetto. Ma nel momento più meraviglioso della favola, arrivo il lupo cattivo: Ezio Notte (ezio.notte at omniauto.it). E che dice il lupacchiotto malefico? Che questa marea di dati, a parte rimbambire di statistiche di prima … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:26


Nessun commento Leggi tutto


12 novembre 2011

Incidenti stradali 2010: ora l’Istat ha fatto un’aggiuntina importante

Incidenti Istat: servono?

È vero: c’è stata una (non richiesta) difesa da parte dell’Istat verso il Tutor (vedi qui, il Grande Fratello non funziona più e viene giustificato). Però segnalo che l’Istituto nazionale di statistica fa finalmente un distinguo: dice che gli incidenti stradali del 2010 si riferiscono a quelli con feriti, dove sono intervenute le Forze dell’ordine. Era ora. In passato, parlava genericamente di incidenti.

Peccato che la quasi totalità dei mass media non se ne sia accorta, nella furia di sparare numeri inutili sciopiazzandoseli a vicenda. E invece la differenza è notevole. Infatti, l’incidentalità stradale registrata dal settore assicurativo mostra che il rischio circolazione continua a essere preoccupante e produce costi elevatissimi per la collettività: i … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 19:44


Nessun commento Leggi tutto


11 novembre 2011

No dai, non ditemi che il Tutor non dimezza più i morti

Oh, povero Tutor

Sono sotto shock. I morti in autostrada sono aumentati nel 2010 rispetto al 2009. Vedi dati Istat. Ma come? Ce l’hanno menata per anni con questa storia del Tutor che dimezza i morti, del Tutor messo lì solo per migliorare la sicurezza stradale e non certo per fare cassa, del Tutor che ci porta nel Nord Europa. Il Tutor che contribuirà a centrare l’obiettivo di dimezzare i morti dal 2000 al 2010… E come no! Spiace comunicare che abbiamo fatto flop.

Ora come faranno gli scribacchini che, parlando del Tutor, lo definivano il nuovo autovelox che dimezza i morti? No, un momento, se li ha dimezzati, forse, chissà, lo han fatto nei primi mesi … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:54


Nessun commento Leggi tutto


21 giugno 2011

Dati Aci-Istat sugli incidenti stradali nel 2010: servono solo al copiaincolla giornalistico

AcCIderbolina!

Un giornalista pigro, che deve imbottire di copiaincolla la testata per la quale lavora, è autorizzato a utilizzare i dati Aci-Istat sui sinistri stradali del 2010. Ma noi siamo un blog di qualità e intendiamo ragionare con la nostra testolina.

Allora, nel 2010 si sono verificati sulle strade italiane 207.000 incidenti: -3,9%, rispetto al 2009. Evviva. Anche se l’Italia non centra l’obiettivo fissato dall’Unione europea di dimezzare il numero dei morti sulle strade nel 2010 rispetto ai dati 2001: siamo a -44%, al 13° posto tra i 27 Paesi dell’Unione (media, -43%). Una figuraccia italiana.

Inoltre, 3.998 morti: -5,6%. Evviva.

E 296.000 feriti: -3,7%. Evviva.

Peccato però che questi dati siano tremendamente parziali. Infatti, riguardano gli incidenti gravi, che hanno … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:57


4 commenti Leggi tutto


23 dicembre 2010

Statistiche statisticamente inutili. Comandano le Assicurazioni

Italia, il pallottoliere degli incidenti

1) Il Tutor ha dimezzato i morti in autostrada. Dati Autostrade per l’Italia.

2) Il Tutor ha fatto calare del 22% i morti nel 2009 sul 2008 in autostrada. Dati Istat.

3) Rispetto al 2008, i morti sulle strade calano a 4.237 (-10,3%). Dati Istat.

Risultato, le tariffe Rca sono alle stelle. Siamo attorno al +175% in 15 anni, stando alle associazioni dei consumatori.

Il motivo? Gli incidenti risarciti nel 2009 dal settore assicurativo sono stati 3 milioni 740mila, in incremento del 3% rispetto al 2008. I feriti denunciati alle Assicurazioni hanno superato il milione. Dati delle Compagnie (che, a differenza degli altri, tengono conto anche dei sinistri senza l’intervento della Polizia).

Secondo voi, quali sono le … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 01:48


Nessun commento Leggi tutto