OmniAuto.it

Articoli Taggati con ‘omicidio stradale’ (25 articoli)

17 giugno 2017

Omicidio stradale, rivoluzione

 

Un disegno legge a protezione della patente

Un disegno legge a protezione della patente

Nato a marzo 2016, il reato di omicidio stradale presenta diversi guai: in particolare, un poveraccio che per un’imperdonabile distrazione, senza essere né ubriaco né drogato, causa una lesione fisica a un soggetto molto debole, rischia il ritiro della patente per 5 anni. Resta invece scarsa la prevenzione in materia di alcol e stupefacenti. Il Governo lavora sulle lesioni stradali, non sull’omicidio.

Su segnalazione di poliziamunicipale.it, ecco come l’omicidio stradale cambierà. C’è un disegno legge. Il Governo è delegato ad adottare, nel termine di un anno dalla data di entrata in vigore della legge, decreti legislativi per la modifica della disciplina del regime di procedibilità per … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 21:38


Nessun commento Leggi tutto


30 aprile 2017

Pirata della strada a Milano: prevenzione scarsa contro alcol e droga

 

Pirateria, dramma italiano (foto Corriere.it)

Pirateria, dramma italiano (foto Corriere.it)

I fatti. Domenica 30 aprile 2017, Milano. L’assassino viaggia all’alba, su un viale Monza semi-deserto. Con il suo SUV travolge e spazza via l’auto che usciva da una via laterale. Termina la sua corsa nell’aiuola spartitraffico. Scende e fugge a piedi, abbandonando l’altro automobilista. Questi rimane intrappolato tra le lamiere, con numerose fratture, in condizioni gravissime, e muore poco dopo in ospedale. Ora la Polizia dà la caccia all’investitore, che parrebbe una persona diversa dal proprietario dell’auto. La vittima si chiamava Livio Chiericati, aveva 57 anni e abitava a Cornaredo.

Quindi, un automobilista che si trasforma in pirata della strada, lasciando l’investito in condizioni gravissime: se avesse chiamato i soccorsi … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:07


Nessun commento Leggi tutto


15 febbraio 2016

Guida senza patente: il Governo Renzi è uno spettacolo pirotecnico

Sino al prossimo morto

Sino al prossimo morto

Non male il colpetto del Governo Renzi. La guida senza patente era punita con reato più multa di 2.257 euro. Arriva lui e la trasforma in illecito. Tanto, dice, la multa schizza a 5.000 euro. Già, ma s’è dimenticato di un dettaglio insignificante: se paghi entro 5 giorni, hai lo sconto del 30%. Così arrivi a 3.500 euro. Non è possibile, avrà pensato il legislatore: quell’infrazione è così grave da non rientrare di sicuro fra quelle scontate. E invece sì.

La norma è così maledettamente imputtanata di casino, che s’è reso già necessario un chiarimento del ministero dell’Interno. Che ha dovuto ammettere: sì, c’è lo sconto. Alla fine, non è … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 21:28


Nessun commento Leggi tutto


1 febbraio 2014

Omicidio stradale: il Governo riuscirà a smuovere il suo encefalogramma piatto?

Sicurezza stradale: il sonno del Governo

Sulla Rca, il Governo sta facendo disastri: solo regali alle Compagnie. In materia di sicurezza stradale, c’è la morte nera in vista. Fatta eccezione per il ministero dei Trasporti che diffonde comunicati e foto con la nuova patente di plastica, utile come il ghiaccio in Alaska, l’Esecutivo è nullo. Intanto, il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, ha ricevuto presso il suo ufficio in Via Arenula la presidente dell’Associazione vittime strada Giuseppa Cassaniti, la quale ha consegnato 30.000 firme per sostenere la proposta di legge per l’inasprimento delle pene nei casi di omicidio stradale senza istituire una figura autonoma di reato.

Risposta? Pare che il ministro della Giustizia abbia convenuto … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 19:24


Nessun commento Leggi tutto


2 gennaio 2014

Omicidio stradale: la (tutt’altro che) misteriosa giravolta del ministro Annamaria Cancellieri

Omicidio stradale: bizzarrie politiche

Omicidio stradale: un nuovo possibile reato da assimilare a quello volontario. Prevederebbe pene molto più dure rispetto all’omicidio colposo (per imprudenza) previsto oggi in caso di incidente mortale per guida in stato alterato da alcol o droghe.

Aprile 2012, Annamaria Cancellieri, ministro dell’Interno: “Sull’introduzione del reato di omicidio stradale gravano perplessità di ordine tecnico relative, in particolare, all’individuazione dell’elemento soggettivo e ai rischi di sovrapposizione con le ipotesi dolose e colpose già disciplinate dal Codice penale”. E per la revoca delle patente a vita? “Una sanzione lunga è già efficace, dato che la patente può essere uno strumento di lavoro”. Il ministro ha poi fatto presente che le sanzioni vigenti per le … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:16


2 commenti Leggi tutto


29 dicembre 2013

Romeno, ubriaco e drogato: uccide in auto una bimba di nove anni. Non se ne può più

Ma quando la facciamo finita?

Che cosa rischia il 21enne romeno che, ubriaco e drogato e senza patente, ha ucciso in auto a Roma una bimba di nove anni, causando un terrificante sinistro guidando in maniera spericolata durante un sorpasso contromano? L’omicidio colposo. Ossia, non l’ha fatto apposta: l’incidente è stato frutto di imperizia, imprudenza. Così è il Codice della strada italiano. Ecco perché i guidatori non hanno paura di mettersi al volante strafatti di alcol e stupefacenti: sanno che – nella peggiore delle ipotesi, cioè se uccidono sbadatamente – se la caveranno con poco. Oltretutto, i giudici hanno la tendenza consolidata a infliggere il minimo della pena. Vanno a incidere il contesto sociale in cui è … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 14:19


1 commento Leggi tutto


12 novembre 2013

Omicidio stradale: nessun’altra soluzione contro l’alcol assassino

Serve l'omicidio stradale

Ancora gravissimi incidenti dovuti all’alcol. Mentre i politicanti fanno la conta delle poltrone, e cercano di capire come mantenere il loro potere, ci sarebbe anche da fare qualcosa per migliorare la sicurezza stradale. Così, fra una fettuccina e l’altra. Fra un’auto blu e un privilegio. Fra uno stipendio e una consulenza d’oro.  Sono presi a sbrodolare attorno al Tutor.

Un disegno di legge, che muore di stenti chissà dove, diceva una cosa intelligente.

In base alla normativa vigente la persona che, trovandosi alla guida di un autoveicolo in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, provoca un incidente stradale cui consegue … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 21:14


Nessun commento Leggi tutto


9 settembre 2013

L’omicidio stradale: unico antidoto contro gli assassini e contro l’ipocrisia perbenista

Incredibile

Si chiamava Lorenzo Torre ed aveva 42 anni e due bambini piccoli (stanotte dormivano mentre il padre): alle 01:30, saliva sul suo carro attrezzi a Savignone (GE) ed andava a soccorrere una macchina rimasta in panne sul l’autostrada A7, poco dopo Busalla (GE). Lorenzo era il titolare di un soccorso stradale e officina a Savignone e da circa vent’anni lavorava in quel tortuoso e pericoloso nastro d’asfalto, sotto il Sole o con la neve, a togliere gli automobilisti dagli impicci. Due sere fa, alle 01:40, ha trovato la Renault Laguna che aveva bisogno di lui in corsia di emergenza e con la sua divisa gialla e tutti i lampeggianti accesi del suo carro stava … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:00


Nessun commento Leggi tutto


30 agosto 2013

Perché autovelox e Tutor hanno miseramente fallito

Grande Fratello, grande insicurezza

L’Italia non ce l’ha fatta. L’Unione europea aveva detto: in 10 anni, dal 2001 al 2010, dimezza i morti. Un flop. Neanche nel 2011 ci è riuscita, e le notizie per il 2012 e 2013 sono molto sconfortanti: flop in arrivo. Negli ultimi 10 anni, sulle strade italiane, sono morte oltre 55.000 persone. È come se fosse sparita dalla cartina geografica una città delle dimensioni di Pordenone o Avellino. Eppure c’è la crisi, e gl’italiani usano meno l’auto. Che diamine, è pazzesco che i morti siano così tanti.

Altri Paesi come Spagna e Francia hanno centrato l’obiettivo Ue riuscendo, in alcuni casi, a impiegare meno del decennio previsto. Nel 2010 la diminuzione … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:00


2 commenti Leggi tutto


9 agosto 2013

Romeno ubriaco uccide in auto: è un recidivo, che ci faceva in giro? Semplice: non aveva paura. Disastro sicurezza stradale: indiziati numeri uno, i nostri politicanti

Strade sempre più pericolose

Un romeno, ubriaco e con la patente sospesa, ha provocato un incidente a Monterotondo (Roma). Nell’impatto con altre due auto e una moto è morto un militare di 48 anni. Il pirata della strada è stato arrestato alle porte di Roma dai Carabinieri con l’accusa di omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza.

Gli han trovato 2,7 grammi di alcol per litro di sangue. Il limite è di mezzo grammo. Quasi il triplo. Viaggiava come un assassino impazzito. Pronto a uccidere la gente onesta e indifesa.

Ecco il disastro assoluto dei nostri politicanti. Uno recidivo ubriaco uccide al volante, e si becca l’omicidio colposo. Sapete che vuol dire? Che non l’ha fatto … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:00


2 commenti Leggi tutto