OmniAuto.it

10 aprile 2011

Troppa violenza: meglio non discutere

La valle della violenza

Poche ore fa, un 53enne è stato pestato a morte da quattro persone (romene) per essere intervenuto in soccorso del figlio 20enne. Una vicenda allucinante, che i politici cercheranno di sminuire. Perché lo sanno anche loro che la situazione in Italia è esplosiva ed è loro scappata di mano. Un’immigrazione incontrollata, un’ondata di uomini di dubbia moralità, un oceano di nullafacenti affamati.

Il problema è fortissimo anche sulle strade. Macchine con a bordo cinque persone con le luci rotte, le sospensioni scassate, vanno in giro tutte storte. Ci sarebbe da fare un bel controllino sulla patente, sulla revisione dell’auto. I momenti più terribili sono quelli che seguono gli incidenti con questi tizi: discussioni, imcomprensioni, equivocii cercati e voluti. Basta un niente e c’è il rischio concreto che la discussione degeneri. Oltretutto, un pirata della strada su tre è straniero: coincidenze?

Viviamo in una società sempre più violenta e pericolosa: le strade non possono che rispecchiare la vita quotidiana in Italia. C’è da avere paura. Il mio suggerimento è di evitare discussioni e, in caso di incidente, mettersi nelle mani del proprio assicuratore o di un esperto in infortunistica stradale o di un avvocato.

foto flickr by gamillos

di Ezio Notte @ 17:56


3 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 3 Commenti

  1. Sicuramente la situazione è sfuggita di mano ai politici, purtroppo è vero.Manca secondo me la forza di dire basta, non c’è più posto per tutti e chi viene lo si rimanda indietro…ma dove? Di una cosa sono sicuro, questa classe politica non ha gli attributi e la volontà per arginare questa grave situazione.

    Commento by roberto — 12 aprile 2011 @ 16:40

  2. è più facile fermare un italiano e fare la multa perchè non porta le cinte o perchè ha bevuto un coktail. si fa cassa sicura.e tutti sono contenti. anche voi siete responsabili di tutto ciò… riflettete…ci sono cose ben più gravi ma si è impegnati a risolvere problemi futili

    Commento by daniele — 16 aprile 2011 @ 17:08

  3. Può essere…

    Commento by Ezio Notte — 17 aprile 2011 @ 17:39

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.