OmniAuto.it

12 marzo 2011

Tsunami anche per le Case giapponesi

Tsunami pure per i Costruttori d'auto

Lo tsunami non porta solo morte e disperazione; ci sono danni anche per le Case automobilistiche giapponesi. A spanne, studiando la cartina, è Honda ad avere la peggio: il centro di Ricerca&Sviluppo, nella prefettura di Tochigi, dovrebbe sospendere le attività. Idem per Toyota: vedi la fabbrica di Miyagi, dove si mette insieme la nuova Yaris. Guai per Nissan a Fukushimala, Kanagawa e Tochigi; e per  Subaru (Fuji Heavy Industries).

Ma i nipponici sono d’acciaio, come hanno dimostrato nel corso della storia, anche dopo la doppia bomba atomica. I giapponesi sono tenaci, anche grazie alla loro religione, che li rende fieri e orgogliosi. Ne usciranno anche stavolta.

Resta poi da vedere l’impatto dello tsunami sullo yen, destinato a perdere verso dollaro Usa ed euro: da verificare se ci saranno ripercussioni sui listini delle vetture nippo negli States e in Europa.

di Ezio Notte @ 15:36


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.