OmniAuto.it

28 agosto 2009

Soltanto un automobilista su tre stipula la polizza contro il furto. E ti credo, con quel che costano…

Furto d'auto

Polizze Furto: occhio ai contratti

Da Assicurazione.it, ci arriva un interessante comunicato (in mezzo a un mucchio d’ignobile spazzatura di provenienza disparata) sui furti delle macchine. Più esattamente sulle polizze contro i ladri.

a) Di fronte a numeri drammatici (400 vetture che spariscono ogni giorno in Italia), meno del 33 degli automobilisti stipula la garanzia Furto e incendio. Pochi, secondo Assicurazione.it

b) A sorpresa, continua il comunicato, Campania e Puglia (che occupano la terza e la quarta posizione nella classifica delle Regioni col più alto numero di furti) sono quelle dove vengono sottoscritte meno polizze furto-incendio (11,6% e 9,9%).

Se ci è concesso, noi di Automobilista.it daremmo due spiegazioni dei due dati su.

a) Le polizze contro il furto sono costosissime, specie nelle zone dove i ladri rubano più auto: per questo, gl’italiani non stipulano molte garanzie contro i topi d’auto. Il prezzo spaventa. Per giunta, ci sono clausole che lasciano l’amaro in bocca. Per esempio, scoperti elevatissimi: se ti fregano il veicolo, il 10% o anche il 20% del valore della macchina resta non rimborsato. Condizioni contrattuali non allettanti.

b) Al Sud, specie a Napoli e dintorni, è in voga il riscatto, che sfugge alle statistiche ufficiali. Rubano l’auto e poi contattano il proprietario: se mi dai 500 euro, ti ridiamo la tua macchina. Ecco perché la polizza contro il furto non viene granché considerata: c’è già una specie di contratto virtuale che viene seguito al momento in cui il ladro entra in azione.

di Ezio Notte @ 00:03


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.