OmniAuto.it

28 novembre 2010

Un miliardo e 700 milioni di euro in tasse: la multa dello smog la paghi tu

Come preferisci pagare?

I nostri politici ci regalano una multa europea per lo smog che respiriamo in Italia. Perché non abbiamo affrontato in modo efficace il problema delle alte concentrazioni in aria del PM10. Infatti, la Commissione europea ha fatto ricorso alla Corte di giustizia per il mancato rispetto delle norme Ue.

Per la precisione, la direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa impone agli Stati membri di limitare l’esposizione dei cittadini alle microparticelle denominate PM10.

La prima scadenza era il 2005. Entro quella data, gli Stati membri avrebbero dovuto conformarsi a limiti di concentrazione da non superare oltre 35 volte in un anno. Erano esentati da tali obblighi fino a giugno 2011, solo dimostrando però di avere adottato misure adeguate per arrivare a rispettare quei benedetti limiti.

L’Italia ha sì chiesto la proroga, ma la Commissione europea ci ha rifilato uno schiaffone, per tutta risposta. Meritatissimo.

La stima della multa? Un miliardo e 700 milioni di euro.

State pur tranquilli che quei soldi non escono dalle tasche di politici italiani inetti, ma dai portafogli di noi cittadini, specie degli automobilisti, la categoria più facilmente tartassabile. Basta una lieve accisa in più sulla benzina, o un ritocco a qualche tassa semi occulta per le pratiche burocratiche e il gioco e fatto.

foto flickr.com/photos/andresrueda

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.