OmniAuto.it

9 settembre 2011

Una cascata di tasse uccide l’automobilista italiano

Si salvi chi può

Aumenta l’Iva dal 20 al 21% con conseguenze per il settore auto: sale il prezzo delle macchine e della benzina.

Recenti accise sui carburanti, anche per i profughi del Nord Africa: litro di benzina verso 1,7 euro.

L’Ipt, Imposta provinciale di trascrizione, alle stelle, con aumenti medi del 50% al momento dell’acquisto dell’auto nuova.

Le Rc auto schizzano perché le Assicurazioni – così dicono – hanno il bilancio in rosso.

Sale l’Imposta sulla Rca: alle Province il 16% anziché il 12,5%.

Vedo i Comuni che estendono le strisce blu fino alle periferie, con la scusa che trattasi di area a rilevanza urbanistica.

Ecopass sempre più balzello.

Tutor ovunque.

Lo decidono i politici. Quelli che vanno in auto blu

foto flickr.com/photos/vidonjac

di Ezio Notte @ 00:01


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. E di cosa ci lamentiamo? Siamo elettori/tifosi o no? Questo è quello che abbiamo votato e ce lo dobbiamo tenere….

    Commento by roberto — 9 settembre 2011 @ 12:47

  2. E ci dobbiamo tenere pure un’opposizione flaccida. Chissà perché al momento buono sono tutti uniti: no al taglio di stipendio, bonus, privilegi. Che vergogna.

    Commento by Ezio Notte — 11 settembre 2011 @ 16:09

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.