OmniAuto.it

3 ottobre 2011

Unione europea e sicurezza stradale: le tre bufale dei mass media

Ma quali 30 km/h!

1) I mass media dicono che l’eCall sarà obbligatorio dal 2014. Non è vero: c’è solo una raccomandazione della Commissione europea affinché gli Stati membri facciano di tutto per rendere facile l’uso dell’eCall. Ma quando diverrà obbligatorio? Non si sa. Vedi qui la prova (in inglese).

2) I mass media dicono che presto il limite di velocità di 30 km/h diverrà obbligatorio nelle zone residenziali. Non è vero: c’è solo una sollecitazione del Parlamento europeo alla Commissione affinché venga fatta una legge in tal senso. Vedi qui la prova (in inglese).

3) I mass media dicono che presto il dispositivo blocca-motore in caso di guidatore ubriaco diverrà obbligatorio. Non è vero: anche in questo caso, c’è solo una sollecitazione del Parlamento europeo alla Commissione affinché venga fatta una legge in tal senso. Vedi qui la prova (in inglese).

Ma dove sta il problema? Facile: un’agenzia di stampa lancia la bufala, e i mass media – nella fretta di pubblicare e di arrivare prima degli altri – riempiono il Web di scemenze. Controlli? Zero. Alla facciaccia di quei maledetti blog pieni di inesattezze, vero?

di Ezio Notte @ 10:43


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.