OmniAuto.it

24 agosto 2011

Vince il Codacons. Perdono le Assicurazioni, per una volta

Vincono gli automobilisti

Le Assicurazioni vincono sempre. Di recente, si sono portati a casa un ennesimo trionfo: il danno biologico dimezzato. Ma stavolta hanno perso, contro il Codacons, un’associazione dei consumatori.

Sentite la Cassazione, Sezione terza civile, sentenza. del 18 aghosto 2011, numero 17351:

1) “A seguito del Provvedimento 28 luglio 2000 n. 8546 con cui l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha inflitto sanzioni ad un largo numero di società assicuratrici, quali partecipanti ad un’illecita intesa da cui è derivato un abnorme incremento dei premi per le polizze di Rca, il Codacons – Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori ha convenuto davanti alla Corte di appello di Milano la s.p.a. XXX, inclusa fra le imprese sanzionate”.

2)
“La Corte di appello ha ritenuto che le domande del Codacons aventi ad oggetto la condanna della compagnia assicuratrice a restituire agli assicurati le somme ricevute per effetto dell’indebito incremento dei premi abbiano per oggetto non un interesse collettivo, comune ad un’intera e indeterminata categoria di utenti o di consumatori, per la cui tutela l’art. 3 della legge 30 luglio 1998 n. 281 attribuisce alle relative associazioni la legittimazione ad agire, bensì la somma dei diritti individuali al risarcimento dei danni spettanti ai singoli assicurati, diritti azionabili solo individualmente dagli interessati, ai sensi dell’art. 81 cod. proc. civ”.

3) “Considerando specifica che ‘per interessi collettivi si intendono gli interessi che non ricomprendono la somma degli interessi individuali lesi da una violazione'; il fatto che è stata introdotta con la legge finanziaria del 2008 (legge 21 dicembre 2007 n. 244 -art. 2, 445 comma) un’apposita azione collettiva risarcitoria (nuovo art. 140 bis Cod. del consumo), destinata per l’appunto a consentire l’esercizio collettivo di più diritti individuali al risarcimento dei danni, e la circostanza che gli effetti dell’intesa fra le compagnie di assicurazione sull’aumento dei premi non si presentano in modo indifferenziato per tutti gli assicurati, dovendo i diritti al risarcimento ed alle restituzioni essere valutati in relazione alle singole posizioni ed ai diversi profili tariffari, accertando in concreto se esista effettivamente un danno risarcibile in capo ad ognuno”.

4) Morale della Cassazione: il Codacons è legittimato ad agire in difesa e a tutela dei consumatori.

di Ezio Notte @ 22:36


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.