OmniAuto.it

31 ottobre 2010

Autovelox di viale Etruria: l’icona dello scempio

Siamo inseguiti da chi vuole i nostri soldi

Prima vergogna: a Firenze, l’autovelox di viale Etruria ha fatto una strage.

Seconda vergogna: le multe sono così tante, che neppure le istituzioni sanno dare una quantificazione univoca. Siamo a 44.000 secondo il comandante dei Vigili; a 28.000 stando al sindaco Rienzi.

Terza vergogna: non abbiamo ancora sentito una vocina a favore di chi guida. Del tipo: le multe le annulleremo.

Quarta vergogna: chi fa ricorso contro la multa deve pagare una tassa allo Stato. Comunque sia, ci perdi in partenza.

E così l’autovelox di viale Etruria diviene l’icona dello scempio italico. Siamo solo all’inizio: i Comuni hanno bisogno dei soldi degli automobilisti.

foto flickr.com/photos/lifeontheedge

di Ezio Notte @ 14:27


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.