OmniAuto.it

17 dicembre 2010

Autovelox e Tutor: una verifica l’anno toglie il Grande Fratello di torno

Chi controlla i controllori della velocità?

Dice la sentenza 29334/2008 della Cassazione: “La materia dell’impiego e della manutenzione dei misuratori di velocità ha una propria disciplina specifica rispetto alle norme che regolamentano gli altri apparecchi di misura, contenuta nel Decreto ministeriale del 29/10/97. Alcuni tipi di apparecchi utilizzati in modalità automatica, senza il controllo diretto dell’operatore di polizia stradale, devono essere sottoposti a una verifica periodica tendente a valutare la corretta funzionalità dei meccanismi di rilevazione che, secondo le disposizioni dell’articolo 4 del richiamato Decreto, deve essere effettuata a cura del costruttore con cadenza al massimo annuale”.

Tradotto, autovelox (misura la velocità istantanea) e Tutor (misura la velocità media) andrebbero sottoposti a controllo periodico, una volta l’anno.

Secondo voi, autovelox e Tutor vengono verificati una volta l’anno? Dai, che la risposta la sapete…

C’è chi fa ricorso contro multe date da autovelox e Tutor basandosi sull’assenza della verifica annuale. E vince.

foto flickr.com/photos/msciba

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.