OmniAuto.it

27 novembre 2013

Car2go Smart Mercedes e Enjoy Fiat/Eni: caro Comune di Milano, ma ti rendi conto di quel che fai?

Milano, car sharing: l'odore del business

Prima, con Car2go, la Giunta Pisapia piazza a Milano 450 Smart (Mercedes). Ora, inizia la seconda fase: sono in arrivo 640 Fiat 500  (iniziativa in collaborazione con Eni e Trenitalia). Totale, 1.090 macchine inquinanti in più sotto la Madonnina. Essenzialmente, per Car2go servono 0,29 euro al minuto; forse, per le 500L, serviranno 0,25 euro/minuto.

Sette domande al Comune di Milano. In particolare al sindaco Pisapia e all’assessore alla Mobilità Maran.

1) Quelle 1.090 auto inquinanti in più, che messe tutte insieme in coda una dietro l’altra vanno a coprire buona parte della circonvallazione di Milano (ma pensa tu che inferno!), non sono in contraddizione coi proclami a favore dei mezzi pubblici? Non è contrario ai princìpi della mobilità sostenibile? Come la mettiamo con lo smog e l’occupazione degli spazi?

2) Meno la usi, meno spendi. Quindi, sei tentato di andare veloce. Cari politici, avete mai sentito parlare di sicurezza stradale?

3) Da poco, è salito il prezzo del biglietto dei mezzi pubblici. Perché, è stato detto, non c’erano soldi nelle casse del Comune. Tutti quelli che prenderanno le Car2go e le 500 non pagheranno il biglietto del tram. Fra qualche mese, quanto il Comune avrà ancora meno soldi, aumenterà ulteriormente il biglietto del tram?

4) Il car sharing lo fa anche il Comune. Perché lasciate il monopolio ai privati?

5) Car2go e le 500L non pagano Area C e sosta: gli automobilisti si vedranno aumentare il ticket d’ingresso in città?

6) Tu, Comune, hai fatto la congestion charge. In due parole, hai rotto le palle a tutti per mesi dicendo che ci sono troppe auto e troppo traffico e troppo smog. Ora tu, Comune piazzi 1.090 auto che possono entrare nell’Area C, quella della congestion charge. Possiamo avere spiegazioni?

7) Tu, Comune, sei contro l’auto. Però stringi accordi con Mercedes, Fiat e Eni. Qualcosa non torna. Sei d’accordo?

Questione a parte, su cui tornerò: si cerca da sempre di tutelare il lavoro. Ma Car2go e le 500 sono schiaffoni ai tassisti; è chiaro che toglie lavoro agli uomini in auto bianca. È così che il Comune ha a cuore i suoi cittadini?

di Ezio Notte @ 21:20


4 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 4 Commenti

  1. Semplice, Maran e pisapippa prendono mazzette… Ci vuole poco noooo?

    Commento by Alessandro m. — 29 novembre 2013 @ 15:22

  2. “tologno lavoro a tassisti”. No, se lavorano alle stesse condizioni (e pressi), no. Se lavorano in dumping, lo tolgono anche ad ATM: rischiano, di sabato, di costare meno del tram, il che dovrebbe essere sulla carta impossibile.
    In realtà ci sono QUATTRO servizi differenti, tre pubblici e uno privato, che dovrebbero soddisgfare esiegnze differenti.
    1. ATM (mobilità su direttrici di massa e a costo basso e tempi di percorrenza, giocoforza, alti)
    2. Taxi (point to point a chiamata sul momento, veloce)
    3. Noleggio con conducente (viaggi, disposizioni, servizi particolari, esigenze da soddisfare, preconcordati)
    4. Car sharing. (mi serve l’auto sporadicamente)

    Commento by Luca Schieppati — 29 novembre 2013 @ 20:54

  3. senza contare i danni che fanno quando parcheggiano guidando un mezzo che non é loro e quindi chissenefrega dei paraurti… Comunque Pisapia e Maran vogliono la cittá piena di auto in coda in modo da disincentivarne l’uso e poter puntare il dito contro qualcuno, coprendo cosí i veri problemi della cittá.

    Solo tasse, divieti e chiacchere. Spero non ci sia ancora questa sinistra (fasulla e puramente ideologica) nella nostra cittá.

    Vergognoso poi quando si strumentalizzano ciclisti (quelli che pedalano senza protestare sempre e con loro bambini e minori pure) come se chi va in auto poi non possa girare in bici pure lui o prendere la metro quando puó.

    BUFFONI

    Commento by Alberto Dispinzeri — 30 novembre 2013 @ 18:47

  4. ttenzione! Vi invito a leggere tra le righe. Nel caso di incidente con costo superiore ai 500 € (sempre perchè i pezzi della smart sono tra i più costosi in commercio) sarà addebitato un valore pari a 500 €. Nel caso di furto della chiave 350 €. Nel caso in cui prendiate una multa ci sono 20 € di costi di gestione oltre la multa, che tra l’altro per essere pagata dovrà essere inviato prima il verbale a Car2go e poi pagato, perdendo anche lo sconto del 5% se pagata entro 5 giorni. Nel caso lasciate la macchina in disordine e sporca a loro discrezione Vi addebiteranno 50 €. Parecchia gente ha chiuso il contratto in seguito a danni addebitati in maniera gratuita sulla carta di credito. Non sono tutte rose e fiori…. può essere di gran lunga usato se si decidesse di non acquistare una propria auto ma a parità conviene sempre il mezzo pubblico e/o il taxi. Anche se il costo è leggermente più alto le responsabilità sono pari a 0. Purtroppo come ogni novità si è colti dall’aspetto principale e scritto a caratteri cubitali 0,29 cent/minuto, ma dovremmo essere più perspicaci di guardare a fondo nelle cose. D’altronde loro i conti se li sono fatti a 0,29 non ti ripaghi neanche il costo della macchina basti pensare a frindge benefit di ACI per le auto che è superiore anche ai 0,50 centesimi. Da qualche parte i soldi li prendono tranquilli. Nell’arco di un anno i conti vanno fatti…..ditemi chi di voi non graffia la macchina in un anno…..e li sono soldi….bei soldi! :-)

    Commento by daniele — 17 dicembre 2013 @ 10:57

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.