OmniAuto.it

14 luglio 2009

Caro 17enne che vuoi guidare l’auto, scegli bene chi avere al tuo fianco

Sono in tanti ad aspettare la fatidica soglia dei 18 anni per guidare finalmente l’auto. Ma il Governo soddisfa la sete di macchina dei minorenni, e sta per introdurre una norma particolare: anche un 17enne, col foglio rosa, potrà guidare una vettura, purché ci siano le condizioni, di cui vi abbiamo già parlato in un post precedente. Fra l’altro: il 17enne deve avere la patente A1 (quella per le moto), e la vettura non dev’essere “potente”. Ossia deve avere una potenza, riferita alla tara, non superiore a 55 kW/tonnellata; e comunque una potenza assoluta massima di 70 kW/t.

Ma attenzione, in macchina dovete essere in due (non di più): voi che avete 17 anni e un guidatore esperto con patente B o superiore da almeno 10 anni. Il cosiddetto tutor, conducente provetto che vi consentirà di fare pratica alla guida, dovrà essere obbligatoriamente indicato nel foglio rosa. E dovrà essere uno soltanto. Quindi, sceglietelo con cura.

Per esempio, il prescelto potrebbe essere il papà o la mamma: puntate su chi è meno nervoso e ansioso; urge un maestro che vi insegni con calma. Un’altra soluzione? Un fratello, inevitabilmente maggiore, che possa spiegarvi i “segreti” della guida utilizzando un linguaggio più giovane dei genitori. Oppure ancora: un amico, disposto a seguirvi durante le vostre ore di guida.

Noi di Automobilista.it siamo curiosi di sapere verso chi vi orientate. E soprattutto, raccontateci come prendono la vostra richiesta di tutoraggio i guidatori esperti interpellati: accettano o nicchiano annoiati?

In ogni caso, si tratta di avere un tutor vicino soltanto per un annetto. Dopodiché, potrete circolare in macchina soli soletti. Ma chi conseguirà la patente B (quella per le auto) dopo 180 giorni dall’entrata in vigore della futura legge dovrà comunque guidare, per un anno, una vettura poco “potente”.

di Ezio Notte @ 17:45


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.