OmniAuto.it

23 settembre 2012

Dalla parte della giraffa

Giraffa in fuga: finirà male

Con tanti asini che circolano per strada, con tanti somari nei posti di lavoro (piazzati lì da qualche santo e lasciati a vegetare da capi ufficio pavidi), non mi sta bene che abbiano ucciso la giraffa. Sì, l’hanno uccisa. I primi responsabili sono quelli del circo. 2Facendo seguito a quanto dichiarato ieri dal sindaco, questa mattina l’Amministrazione comunale ha incontrato i responsabili del circo per comunicare loro la richiesta di lasciare la città entro lunedì 24 settembre”. Lo si legge in una nota dopo che l’altra mattina una giraffa era scappata dal circo e poi morta dopo essere stata… “sedata”, con due dardi di anestetico, dalla Polizia provinciale . “Se entro tale data non avranno lasciato Imola, verranno adottati tutti gli atti a disposizione del Comune per obbligarli comunque a lasciare la città”. I secondi responsabili sono quelli che hanno dato l’ok a quel tipo di sedazione. Se c’è una zanzare in casa, che fai: usi il napalm? Per un raffreddore, la chemioterapia? I terzi possibili responsabili sono quelli che – se è vero – han fatto scappare la giraffa; ecco il circo: “È stato qualcosa di organizzato, è stata fatta uscire fuori dal suo recinto attorno alle 6 del mattino per crearci gravi danni; ricordo che a dicembre a Parma gli animalisti ci hanno danneggiato transenne e cartellonistica mentre nel febbraio scorso a Lucca hanno imbrattato tutti i nostri automezzi. Abbiamo insistito di non praticarle l’anestesia, ormai era già bloccata, occorreva solo ancora un po’ di pazienza. E non capisco il perché oggi è stato inibito l’ingresso a uno dei nostri veterinari, Michele Capasso, che intendeva assistere all’autopsia”.

Un bel casino, non c’è che dire. La prova che le bestie siamo noi. Dio fa bene a spazzarci via dopo un certo numero di anni. La bestialità di ingabbiare una giraffa, facendola impazzire in un circo. Come se a noi ci mettesero una carota nel sedere imponendoci di cantare ‘O sole mio in un ascensore. La seconda bestialità è rimpinzarla di sedativo, subito. La terza, se è vera, favorire la fuga dell’animale: che puttanata; una volta libera, poteva pure soffrire di più. Facciamo schifo.

di Ezio Notte @ 14:32


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.