OmniAuto.it

18 settembre 2010

Droga, alcol e auto: il dramma della terribile coincidenza, che forse tale non è

Droga, allarme rosso

Ennesimo incidente dovuto alla droga: due si scontrano e un passeggero 18enne muore a Palestrina (Roma). Entrambi, non uno solo, positivi al test dell’alcol e della droga.

E qui si aprono scenari inediti. È davvero una coincidenza pazzesca, come riportato da molti mass media, il fatto che entrambi i guidatori fossero in stato alterato da alcol e droga? In realtà, il problema è molto sottostimato e ne si sottovalutano le conseguenze per tutti gli italiani in auto.

Purtroppo, i giovani trovano nell’alcol e nella droga una via di fuga dalle insoddisfazioni quotidiane: poco lavoro, soldi ancora meno, e allora ci si sfoga così. Andare in giro in auto sarà sempre più pericoloso: la tua macchina può avere tutti gli airbag che vuoi e tutti i sistemi di sicurezza concepiti dalle Case automobilistiche, ma se un altro guidatore con alcol o droga in corpo ti prende in pieno, non c’è scampo.

Il nostro è un urlo di dolore. Che la si smetta di controllare chi guida con gli autovelox e con i T-Red: servono agenti che fermano i conducenti sul posto per verificare se sono in grado di stare al volante.

Siamo così indietro come mentalità che abbiamo concesso la patente a ore a chi si fa: allucinante.

foto flickr di Giuseppe Bognanni

di Ezio Notte @ 23:45


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. Più volte ho ribadito, la soluzione alla sicurezza c’è.
    Visitate il sito http://www.riflessometro.it/.
    I prossimi mesi, la prima auto sperimentale su strada, per raccogliere i dati del comportamento e della variazione dell’idoneità psicofisica.
    Arriveranno pure per i locali pubblici.
    Stiamo preparando un progetto enorme con la collaborazione delle Istituzioni.
    Cerchiamo di darne risalto, la soluzione alla sicurezza in modalità preventive c’è.

    Commento by Giorgio Marcon — 19 settembre 2010 @ 08:35

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.