OmniAuto.it

29 aprile 2009

Furti d’auto: gli scoop dei giornali

Corriere della Sera - furti di piccole a Roma e Milano

Corriere della Sera - furti di piccole a Roma e Milano

Ormai i titoli si sbattono dentro senza ritegno. I giornali raccontano che i ladri d’auto preferiscono le piccole. Caspita, che scoop. Hanno fatto bene i quotidiani a sparare la notizia a caratteri cubitali. Invece, io avrei scommesso che che le auto più rubate erano Ferrari e Porsche.

A nessun giornalista è venuto in mente: ovvio, scontato, logico che, come tutti gli anni, dalla statistica emergesse una prevalenza di auto piccole fra quelle rubate. Questione di numeri: in Italia, non ci risulta che siano più numerose le Mercedes delle Fiat.

Nessun approfondimento neppure su un’altra scottante questione. Le statistiche dei furti vengono fatte sulla base delle denunce. Bene: è risaputo che a Napoli e dintorni sia in voga la moda del riscatto. Funziona così: il ladro ruba l’auto, contatta il proprietario sul cellulare (proprio così), chiede un riscatto, si accorda, si incontra, ritira il denaro e restituisce la macchina. Il tutto sfugge alle statistiche.

Altro problema. I numeri sono stati forniti da una società che “fa” antifurto satellitari. Silenzio assoluto sul fatto che quegli antifurto possono essere disattivati anche da un ladro di media esperienza: un generatore di rumore “bianco” e rende “invisibile” l’auto agli occhi del satellite.

di Ezio Notte @ 18:23


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.