OmniAuto.it

1 ottobre 2013

Iva al 22% da oggi: benzina +1,5 cent/litro. Automobilista, come preferisci morire?

Benzina, che batosta

Soluzione a). Da oggi, 1 ottobre, Iva al 22%.  Risultato: benzina +1,5 cent/litro. Però niente accise in più.

Soluzione b) La bozza del decreto legge che avrebbe dovuto esaminare il cdm venerdì prima del precipitare della crisi di governo prevedeva, a copertura del rinvio dell’aumento dell’Iva, un rincaro delle accise sui carburanti di 2 centesimi al litro per tutto il 2013 e poi di 2,5 fino al 15 febbraio 2015.

A te la scelta, come preferisci morire? È meglio una mazzata dell’Iva al 22%, che si ripercuote su tutta la tua vita, ma con la benza che schizza su di 1,5 cent/litro; oppure una legnata fra capo e collo di 2 cent per il 2013 e di 2,5 fino al 15 febbraio 2015, eh? Che cosa preferisci?

Perché non se ne esce: qui gli stipendi dei politici vanno pagati, insomma, quante storie, fa’ questo pieno che ci sono le buste paga da riempire. Ah sì, poi ci sarebbero anche i tagli ai costi della politica, la riduzione dei politici… Ma come siete noiosi e precisini, avete pretese assurde, non vi resta che chiedere la luna. Si potevano forse risparmiare i miliardi di F35, Expo, abolire finanziamenti ai giornali, ritirarsi dalle missioni di “pace”, abolire il finanziamento ai partiti, rendicontare diaria e rinunciare all’assegno di fine mandato. Si poteva, ma è molto meglio una sana Iva o accisa, così loro si strafogano di soldi alla facciaccia nostra.

Per effetto del mancato slittamento dell’aumento dal 21 al 22% dell’aliquota ordinaria dell’Iva, il prezzo raccomandato della benzina salirà di 1,5 cent euro/litro, quello del diesel di 1,4 ed il Gpl di 0,7 cent. Anche se l’impatto sui prezzi praticati non dovrebbe essere immediato ma spalmarsi lungo la settimana in funzione della fisiologica rotazione delle scorte.

E secondo le elaborazioni Amoer su dati del Centro Studi Fleet & Mobility, l’Iva al 22% farà lievitare di circa 140 euro il costo medio a carico delle famiglie per l’acquisto di un auto (da 16.775 a 16.914 euro). Più pesante l’aggravio per le vetture immatricolate da aziende (+169 euro) e da società di noleggio (+152 euro).

Per info e aiuti multe e ricorsi: ezio.notte at omniauto.it

di Ezio Notte @ 00:00


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.