OmniAuto.it

28 marzo 2012

Le Assicurazioni hanno gli uffici sinistri: che li usino

Rc auto, questione italica

Non capisco perché io cittadino-automobilista, in prima classe di merito, debba pagare Rca mostruose solo perché le Assicurazioni liquidano qualsiasi tipo di incidente. Se una Compagnia reputa che un certo sinistro puzzi di bruciato, che ci sia dietro la camorra con una truffa, allora dovrebbe non pagare nulla. Gli uffici sinistri sono stati creati apposta per quello. E invece no: scaricano su di me, su tutti noi, le loro inefficienze, le loro pigrizie.

Troppo facile tirare sempre la giacca al premier di turno: dimezzamento dei rimborsi per le lesioni lievi, lesioni gravi, indennizzi diretti e indiretti, colpo di frusta solo con radiografia: perché? Perché le Assicurazioni devono vincere sempre? Perché queste società (ricordiamolo, non sono enti di beneficenza) stanno in  un mercato come quello della Rca, se sono così convinte di smenarci quattrini? Semplice: perché hanno un potere così forte da influenzare qualsiasi Governo. Una costante (e legale, per altro) opera di lobbying in Parlamento.

E allora, ditemi voi che diavolo c’entra con la liberalizzazione, con il mercato, con la concorrenza, questa regoletta: “In ogni caso, le lesioni di lieve entità, che non siano suscettibili di accertamento clinico strumentale obiettivo, non potranno dar luogo a risarcimento per danno biologico permanente”.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.