OmniAuto.it

28 febbraio 2010

Sei sei drogato non guidi: giusto. Ma non dovresti neppure fare il parlamentare…

Droga fa rima con incidente mortale

Droga fa rima con incidente mortale

Condividiamo la presa di posizione di certi parlamentari contro la guida sotto l’effetto di stupefacenti. È vero che si tratta di un modo per ammettere la sconfitta dello Stato, il quale poco può contro i tossici al volante: i controlli sulle strade sono scarsissimi (non crediamo che un Tutor possa bloccare un drogatello, che ne dite?), e le pattuglie di Polstrada sono spesso (senza colpa) impotenti di fronte al cocainomane, non disponendo degli strumenti adatti per inchiodarlo al volo, senza che un giudice lo riabiliti seduta stante. È però altrettanto vero che restare fermi al palo significherebbe: caro tossico, uccidici tutti senza pietà quando guidi.

Quindi, condivido l’idea (vedi Giovanardi) di dare la patente solo a chi non è drogato, dopo averlo sottoposto a un test. Certo, il drogato può fregarti, non drogandosi prima del test. Oppure può diventare un tossico solo dopo anni, e allora si dovrebbe ripetere l’esame. Ma la perfezione non è di questa Terra.

Tuttavia, alla stessa stregua, visto che un drogato in auto ti ammazza, vorremmo che un test obbligatorio anti-droga fosse introdotto anche per i parlamentari. Ti do la patente per fare il deputato o il senatore solo se mi dimostri che non pippi più. Più difficile individuare i mafiosi e quelli legati alla ’ndrangheta; ma, appunto, la perfezione non esiste.

Così, magari, avremmo anche più parlamentari rapidi nell’approvare leggi a favore della sicurezza stradale: lo sapete, vero, che il Disegno di legge sta crepando da metà del 2009 senza fare passi avanti?

foto flickr.com/photos/wetwebwork

di Ezio Notte @ 00:01


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] innumerevoli norme che potrebbero entrare in vigore col nuovo Codice della strada, c’è anche il test antidroga per chi consegue la patente. Il caso più semplice è il 18enne che, per ottenere la licenza di […]

    Pingback by Nuovo Codice della strada: test antidroga per chi consegue o per chi rinnova la patente? C’è una bella differenza | Automobilista.it — 29 aprile 2010 @ 02:59

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.