OmniAuto.it

24 aprile 2012

Valerio Platia scopre una bufala sulla Guida Accompagnata: non c’è il Decreto

Vieni avanti, Decretino

È partita la Guida Accompagnata, ma fino a che non verrà emanato un apposito Decreto, non sarà possibile svolgere alcune delle 10 ore previste e, quindi, non sarà possibile il rilascio dell’attestato di frequenza. Quindi, occhio alle bufale che trovate in giro. Lo dice Valerio Platia, esperto di Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici).

Attualmente non è ancora stato emanato il Decreto ministeriale che dovrà, a breve, disciplinare le esercitazioni in autostrada necessarie per il completamento del corso propedeutico al rilascio dell’autorizzazione di cui all’articolo 115 (dal comma 1-bis al comma 1-septies) del codice della strada: consentirà ai minori di anni 18, ma che hanno compiuto 17 anni e sono titolari di patente di categoria A1, di anticipare le esercitazioni alla guida per il conseguimento della patente di categoria B, avendo a fianco un accompagnatore.

Infatti, in sede di conversione del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, con la legge 4 aprile 2012 n. 35 (SO 6/4/2012 n. 82) è stato aggiunto l’articolo 11-bis. (Disciplina sanzionatoria per le esercitazioni di guida in autostrada o su strade extraurbane principali), al fine di dare attuazione sia alle previsioni dell’articolo 115, comma 1-ter, sia a quelle dell’articolo 122, comma 5-bis, in parte colmando un vuoto normativo dovuto alla mancata adozione del decreto ministeriale già previsto dal 1992 nel regolamento di attuazione del codice della strada che con l’articolo 372, comma 2, già aveva disposto che “in autostrada le esercitazioni di guida e le prove di esame per il conseguimento della patente di guida sono disciplinate con decreto del Ministro dei lavori pubblici di concerto con il Ministro dei trasporti e della navigazione, da pubblicarsi sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, in modo da salvaguardare in ogni caso la sicurezza della circolazione”, decreto mai emanato.

Adesso, anche per dare avvio alla Guida Accompagnata, con un Decreto del ministro dei Trasporti, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di conversione del Decreto (e quindi entro il 7 maggio 2012, in netto ritardo rispetto all’entrata in vigore del Decreto che disciplina la Guida Accompagnata, avvenuta il 21 aprile 2012), dovranno essere disciplinate le condizioni alle quali il minorenne può esercitarsi alla guida accompagnata in autostrada o su strade extraurbane principali, ovvero in condizione di visione notturna, prevedendo in particolare che, nelle autostrade con carreggiate a tre o più corsie, sia vietato al predetto minore di impegnare altre corsie all’infuori delle due più vicine al bordo destro della carreggiata. Per la violazione a tale precetto troverà applicazione la sanzione prevista dall’articolo 176, comma 21, del codice della strada.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.