OmniAuto.it

2 aprile 2010

Matteoli, un bravo ministro che nulla può contro la lobby dell’alcol

Alcol, intanto gli incidenti continuano...

Alcol, intanto gli incidenti continuano...

Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli, ci pare una persona pulita. Che è già un mezzo miracolo, visto che siamo di fronte a un politico, per giunta di primo piano e in un posto chiave del Governo. Ma con le più recenti dichiarazioni sul Codice della strada, ha – a nostro avviso – esagerato nel difendere i colleghi e, tutto sommato, se stesso.

Vediamo via OmniAuto.it: “Alla Camera le modifiche al Codice sono passate con voto unanime, in un momento in cui lo scontro politico è quotidiano – ha spiegato -. Significa che sulla sicurezza stradale c’è stata una unanimità di intenti, un clima di grande collaborazione nella ricerca di un provvedimento che possa garantire la sicurezza stradale. Spero che il provvedimento ora all’attenzione del Senato ottenga il via libera, superando ogni divisione”.

Matteoli sa perfettamente, ma non può dirlo in modo chiaro ed esplicito, che le lobby si scannano in Senato. Vedi anzitutto la lobby dell’alcol, che non vuole la tolleranza zero per i neopatentati. Dietro, c’è un business pazzesco. E il ministro poco può fare per dare la svolta. Volete una prova? È da Pasqua 2009 che si parla di nuovo Codice della strada in Italia: doveva arrivare almeno prima dell’esodo estivo dell’anno scorso. A Pasqua 2010, non si vede l’ombra di nuove regole…

foto flickr.com/photos/ubefoto

di Ezio Notte @ 14:59


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.