OmniAuto.it

12 giugno 2010

Quella squallida oretta in più di alcol

È sempre l'ora dell'alcol

È sempre l'ora dell'alcol

Il Governo e i politici e i parlamentari noi non li capiremo mai. In materia di sicurezza stradale si contraddicono di continuo. Pare non seguano un filo logico, sembrano essere in balia delle onde. Prendete l’alcol. Col nuovo Codice della strada introdurranno la tolleranza zero, che vieta ai neopatentati di bere alcol prima di guidare: per loro, niente limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue. Poi, però, gli stessi parlamentari introducono un’altra norma: niente alcol dalle tre di notte nelle discoteche ei pub, discoteche, bar e in tutti i locali aperti di notte. Prima erano le due, ora c’è lo slittamento di un’ora.

Da una parte sembrano essere severi; dall’altra fanno i permissivi. A noi quell’ora in più pare squallida. Non ci piace per nulla, più che altro per una questione di principio e di messaggio ai giovani.

Non comprendiamo. D’altronde, l’Italia è il Paese dei misteri.

foto flickr.com/photos/mpclemens

di Ezio Notte @ 00:01


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. […] film che viviamo sulle nostre strade, l’alcol è il nuovo incubo. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, causa un terzo dei sinistri, […]

    Pingback by Il camionista (straniero) ubriaco fradicio che può uccidere noi e la nostra famiglia: possibile convivere con simili incubi in Italia? | Automobilista.it — 13 giugno 2010 @ 00:05

  2. ah ecco.
    E invece definire eroe uno che infrange i limiti di velocità ma riesce a farsi togliere la multa per il cavillo della data sbagliata,quello si che è un bel messaggio per i giovani.
    BAH!!!

    Commento by mumble — 14 giugno 2010 @ 09:35

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.