it.motor1.com

6 February 2019

Tavolo tecnico per tracciare la riparazione Rc auto: necessario

 

Una premessa su Federcarrozzieri: la Federazione carrozzieri indipendenti, da poche decine di associati del 2012, conta oggi oltre 2600 carrozzieri in tutta Italia. Artigiani liberi da convenzioni assicurative, che hanno firmato un codice etico autovessatorio fondato su principi professionalità di trasparenza, tracciabilità del lavoro svolto a regola d’arte, qualità del servizio, tutela del cliente. Il codice etico gode del plauso di molte associazioni dei consumatori indipendenti.

Federcarrozzieri punta a un tracciare la riparazione Rc auto. Per farlo, serve un Tavolo tecnico, cui partecipino diverse sigle. Obiettivo, preservare il risultato finale di norme che regolino la tracciabilità dei lavori a regola d’arte nel quale si garantisca al massimo grado la sicurezza dell’autovettura che custodisce vite umane. La sicurezza di un’autovettura in strada determina la sicurezza delle vite di chi trasporta e delle vite di quanti incontra nella sua strada. La prevenzione della mortalità stradale in nome di una sicurezza stradale singola e collettiva, deve essere un obiettivo comune su cui non si può non convenire nel rispetto delle esigenze di tutte le parti chiamate ad operare nel territorio.

La sicurezza delle riparazioni non può essere sottoposta alla discrezionalità dell’artigiano e tantomeno sottostare a fantomatici parametri di compagnie assicuratrici o dell’associazione di categoria cui il riparatore è iscritto. Le auto vanno riparate secondo gli standard che la casa madre della vettura impone. Ogni autovettura deve poter essere rimessa in circolazione con gli stessi standard di sicurezza di quando è nata.

Tracciabilità della riparazione significa qualità del lavoro svolto sull’auto ma anche del lavoro eseguito in carrozzeria nel rispetto delle norme di lavoro e dell’ambiente; significa sicurezza dell’utente alla guida, significa soffocare i furbacchioni che arrangiano riparazioni.

di Ezio Notte @ 09:21


No Comments

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento »

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Lascia un commento